MANFREDONIA C5. I sipontini sfiorano l'impresa | Foggiasport24.com

MANFREDONIA C5. I sipontini sfiorano l’impresa

MANFREDONIA C5. I sipontini sfiorano l’impresa

Una partita da ricordare quella di mercoledì sera in cui, per la Coppa Divisione, la SIM c5 Manfredonia è scesa in campo contro il Civitella Colormax, compagine di Serie A. La partita, terminata 3 a 3 ai tempi regolamentari, ha visto le due formazioni affrontarsi nei tempi supplementari, dove gli ospiti hanno prevalso probabilmente per maggiore freddezza ed esperienza.
La SIM Manfredonia c5 nei primi cinque minuti di gioco tiene bene il campo, ma il Civitella è pericoloso nelle ripartenze anche grazie all’ottima qualità nel tiro e nella tattica dei propri giocatori. In campo per i Sipontini scendono Lupinella, Fumes, Sperendio, Murgo e Zalacain. E’ una punizione battuta da Jelavic a regalare al 4′ il vantaggio agli ospiti. All’11’ Fumes ci prova, ma il porteiere avversario si supera e dopo un minuto, sempre su palla inattiva, un calcio d’angolo, Dodò Correira fa 0 a 2. Dopo pochissimo i sipontini si fanno vedere con Zalacain che dribbla tutti e davanti al portiere si fa anticipare, ma non sbaglia poco dopo su una ripartenza, con un’azione simile alla precedente, e fa 1 a 2. Neanche il tempo di finire l’esultanza, che il Palascaloria esplode. Al 14′ Sperendio, con un gran tiro, prende il palo e ancora Zalacain è in agguato con un tap-in che fa 2 a 2. E’ pareggio. Dopo una partenza stentata atleticamente i Siponini sembrano più in partita e il Civitella più attendista.
Il secondo tempo inizia con un Civitella in attacco. Al 2′ è pericoloso su un calcio d’angolo e al 5′ Jelavic ci prova, ma Lupinella è attento, come dopo su Curri, liberato da un errore difensivo siponitno. Al 13′ è festa. Zalacain mette al centro una palla per Murgo che fa il 3 a 2. Ancora protagonista poco dopo Zalacain con un palo. Le ripartenze degli ospiti sono pericolosissime e su una di queste Dodò Correira al 16′ fa 3 a 3. Terminano così i tempi regolamentari e si va ai supplementari.
Nel primo tempo supplementare ancora soprese. Al primo minuto Lupinella salva la porta in tre momenti sulla stessa azione e sulla ripartenza Sperendio, solo davanti al portiere si fa parare la conclusione. Al 3′ su calcio d’angolo Curri fa il 3 a 4, e poco dobpo il Palascaloria è una bolgia. Murgo si accentra, smarca mezza difesa e tira. E’ 4 a 4. Un’impresa per i sipontini questo pareggio. Si va al cambio campo.
Nel secondo tempo supplementare viene fuori l’esperienza degli ospiti che nell’ultimo minuto con un tiro violentissimo di Dodò Correira fanno il 4 a 5 e nemmeno l’ultima parte di gioco con il portiere di movimento cambia il risultato. Una partita al cardiopalma.
“Devo assolutamente fare i complimenti alla squadra – dichiara Massimiliano Monsignori a fine partita – perché i ragazzi l’hanno interpretata proprio nel modo giusto, come l’avevamo preparata, dal punto di vista tattico, con l’atteggiamento giusto, con la giusta lucidità e con la giusta tranquillità, cose che ci erano mancate sabato scorso e che ci avevano impedito di portare i tre punti a casa. Chiaramente abbiamo affrontato un avversario che ci sovrasta dal punto di vista tecnico e anche dal punto di vista fisico, data anche la mancanza per squalifica di Boutabouzi e Mattia Raguso ha giocato solo qualche minuto per riassaggiare un po’ il campo. Quindi le difficoltà erano evidenti, ma i ragazzi, ripeto, hanno interpretato bene la partita, hanno giocato veramente alla grande e abbiamo sfiorato l’impresa di eliminare una squadra di serie A e a pochi secondi dalla fine, anche in questa in questa circostanza, i nostri avversai ci hanno impedito di andare almeno ai rigori che sarebbe stato il giusto premio per lo sforzo profuso dalla squadra. Comunque siamo molto contenti perché ci siamo guadagnati la possibilità di giocare questa partita e ce la siamo giocata fino in fondo. Abbiamo regalato una bella serata al pubblico di manfredonia e alla società, portando una squadra di Serie A al PalaScaloria. Abbiamo giocato con generosità e credo che abbiamo reso orgogliosi i nostri tifosi. Ora chiaramente dobbiamo riposare, perché oggi abbiamo speso molto dal punto di vista fisico, visto che abbiamo giocato anche due tempi supplementari contro una squadra che chiaramente imprime alla partita un ritmo molto importante, e soprattutto abbiamo speso delle energie nervose per cercare il modo di tenere in bilico questa questa qualificazione fino alla fine. Quindi domani cercheremo di di recuperare le energie che abbiamo speso mercoledì sera.”

Antonio Caterino
Ufficio Stampa Manfredonia Calcio a 5

#EsserciSignificaCrederci
#Stagione20182019 #20anniConVOIperVOI #CuoreManfredoniaC5
www.manfredoniac5.itwww.facebook.com/AsdManfredoniaC5

Biografia Autore

Potrebbero interessarti