Le Pagelle del Foggia Calcio: Kragl, basta un minuto. Gerbo infinito. Cassaforte-Galano

Le Pagelle del Foggia Calcio: Kragl, basta un minuto. Gerbo infinito. Cassaforte-Galano

Le Pagelle del Foggia Calcio: Kragl, basta un minuto. Gerbo infinito. Cassaforte-Galano

Domenico Carella
NOME VOTO GIUDIZIO
BIZZARRI 5,5 Non impeccabile per reattività in occasione del primo gol e in quello poi annullato ad Addae. Non ha colpe sul tocco maligno di Ganz
LOIACONO 6 Non il compleanno ideale. Dal suo lato arrivano i gol. Nel primo tempo deve vedersela con l’estro di Ninkovic e Cavion, poi si fa male e non rientra dopo l’intervallo
CAMPORESE 6,5 Un totem issato al centro della difesa. Dove non arrivano i compagni arriva lui. Dà spessore e sicurezza.
MARTINELLI 6 Alterna cose estremamente positive a piccoli errori, comunque Luca è in crescita rispetto alla passata stagione
GERBO 7,5 Segna con il laccio bianco al braccio e i gradi di capitano. Decide una partita in cui ha fatto il tuttocampista: esterno d’attacco, mediano di spinta e terzino di difesa. E’ un motorino inesauribile e il gol è un premio alla sua silenziosa costanza
BUSELLATO 7 L’equilibratore è un soprannome che non gli piace. Ma gli calza a pennello. Difende con rabbia, attacca con veemenza. Propizia il gol di Galano dopo aver sfiorato la soddisfazione personale.
CARRARO 6,5 Il ragazzino si farà. Cresce in personalità e precisione. Bravo Grassadonia a dargli fiducia. Adesso deve continuare…
DELI 7 Non il Deli migliore, probabilmente a causa delle tante partite in pochi giorni, ma anche un Ciccio stanco è sufficiente a ferire l’Ascoli. Gran gol, come al solito…
KRAGL 6,5 Il tedesco non c’è. Non corre, non contrasta come sa, non cerca il dribbling. Poi a metà secondo tempo decide di far vincere il Foggia. Il cross che ha portato al gol di Gerbo vale da solo il prezzo del biglietto
GALANO 7 Se un istituto bancario avesse bisogno di una cassaforte può rivolgersi a Cristian. Quando ha palla è inutile tentare di soffiargliela. Segna un gol che alcuni potrebbero definire facile, ma è davvero così “semplice” farsi trovare al posto giusto al momento giusto?
MAZZEO 6 No. Non gira. Lo si capisce quando Perucchini fa il miracolo sul colpo di testa ravvicinato. Ma si sacrifica per la squadra. Deli e Galano ringraziano di cuore
TONUCCI 6 Accolto da un’ovazione del pubblico che lo ama. Vive un secondo tempo a fasi. Prima balla sulle due incursioni di Ganz, poi la partita si spegne e si riaccende nel finale, quando saltano tutti gli schemi e si vive di agonismo. E lui nell’agonismo si esalta.
CICERELLI 6 Novello Gerbo. Futuro Jolly. Questa volta gli tocca fare l’esterno a destra. Anche oggi non sbaglia. Diligente.
RIZZO s.v.
GRASSADONIA 6 Scelte ridotte all’osso in alcuni ruoli (solo Kragl, mezzo infortunato, a sinistra) e cambi condizionati più dalla salute dei calciatori che dall’andamento della partita. La difesa però balla sui cross dal laterale. Poi però conta solo la sostanza. Quanto pesa questa vittoria? Tantissimo

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".