Foggia Calcio, Primavera 2: ko ad Ascoli

Foggia Calcio, Primavera 2: ko ad Ascoli

Foggia Calcio, Primavera 2: ko ad Ascoli

Una Primavera combattiva cede nel finale alla capolista. Al “Picchio Village” di Ascoli Piceno, il Foggia esce battuto per 2-0 dalla sfida con l’Ascoli Picchio, rimediando la quarta sconfitta in altrettante gare: decidono i gol di Sarli (75’) e Barbetta (92’).

Mister Gaetano Pavone, alla ricerca dei primi punti in campionato, schiera un 4-3-3 in cui Davide Di Stasio difende i pali, con Catapano, De Vitis, Quaranta e Cucci a comporre il quartetto arretrato; in mediana novità Arena, che affianca Amabile e Vallario, mentre il tridente offensivo vede Cavallini e Muscatiello a sostegno di Palumbo. Gara dura ed equilibrata fin dalle prime battute, con la prima emozione che arriva al 25’, quando Coulibaly calcia dall’interno dell’area e manda alto. I rossoneri rispondono in un paio di occasioni, dapprima è Palumbo che, su azione ben gestita da Cavallini, manca di poco il gol del vantaggio. Al 34’ l’opportunità più ghiotta per gli ospiti, con Quaranta che, in mischia, impatta bene di testa, ma trova la respinta della difesa sulla linea.
In avvio di ripresa ci prova Arena, che però non riesce ad inquadrare lo specchio. La partita si spegne, con poche opportunità ed emozioni da entrambe le parti. Al 66’ è Sarli a cercare di sbloccare il match, ma la sua conclusione termina alta. Primo cambio per i rossoneri, si rivede Albano, che sostituisce Muscatiello. Alla mezz’ora l’Ascoli va in vantaggio: Sarli controlla un pallone al limite e calcia, pescando l’angolino lontano e non lasciando scampo a Di Stasio. La sfida si accende, Pavone inserisce Diallo e Marini per l’assalto finale, che però vede solo una conclusione di Cavallini mettere i brividi a Novi. Nel momento di massimo sforzo rossonero, i marchigiani trovano il raddoppio, con Sarli che va via in contropiede e serve Barbetta che, a tu per tu con Di Stasio, non sbaglia e chiude il match quando siamo al 92’. Non accade altro, al triplice fischio il Foggia è costretto a tornare a casa a mani vuote, rimediando il quarto stop in altrettante gare disputate in campionato. Ora la sosta, poi i rossoneri ripartiranno dalla sfida interna con il Cosenza, in programma sabato 20 Ottobre.
TABELLINO
ASCOLI: (3-4-3) Novi; Carpani (dal 70’ Fermo), Tempestilli, Vignati; Ricciardi, Clerici (dal 46’ Capponi), Invernizzi, Maurizii; Sarli, Coulibaly (dall’85’ Ranalli), Rossi (dal 67’ Barbetta). A disp.: Colantonio, Alessandretti, Da Col, Pulsoni, Mazza, Zimbardi, Zizzania. All.: Di Mascio.
FOGGIA: (4-3-3) D.Di Stasio; Catapano, De Vitis, Quaranta, Cucci (dall’89’ Marini); Vallario, Amabile, Arena; Muscatiello (dal 67’ Albano), Cavallini, Palumbo (dal 75’ Diallo). A disp.: Mejiri, Lioce, Fiore, Carella, Rosi, Ridzal, S.Di Stasio, Pitarresi, De Luca. All.: Pavone.
Arbitro: sig. Giacomo Camplone di Pescara.
Assistenti arbitrali: Giacomo Pompei Poentini di Pesaro e Antonio Marco Vitale di Ancona.
MARCATORI: 75’ Sarli (A), 92’ Barbetta (A).
AMMONITI: Ricciardi, Vignati, Capponi (A); Vallario, Amabile, Quaranta (F). – RECUPERI: 0’p.t.; 5’s.t..

Area Comunicazione Foggia Calcio

Biografia Autore