Campionato da "Stop and Go". Foggia Calcio a Cosenza per accelerare. Ma senza "tacco e punta..." ammonisce Grassadonia | Foggiasport24.com

Campionato da “Stop and Go”. Foggia Calcio a Cosenza per accelerare. Ma senza “tacco e punta…” ammonisce Grassadonia

Campionato da “Stop and Go”. Foggia Calcio a Cosenza per accelerare. Ma senza “tacco e punta…” ammonisce Grassadonia

Campionato da “Stop and Go”. Foggia Calcio a Cosenza per accelerare. Ma senza “tacco e punta…” ammonisce Grassadonia

In Formula Uno lo chiamano Stop and Go. Fermata e ripartenza. E la scena tipica di un cambio gomme in un Gran Premio non è molto lontana dalla realtà del campionato di Serie B ed in particolare di quello del Foggia Calcio. I rossoneri, come una Ferrari, arrivano al massimo dell’accelerazione nella corsia box, lanciati dalle tre vittorie consecutive contro Padova, Benevento e Ascoli. Limitatore da inserire causa nazionali e rallentamento forzato. Se Grassadonia fa il fatalista e dice serafico: “Ci adattiamo al calendario”, Agnelli e soci sono più come quel pilota nell’abitacolo che preme allo stesso tempo acceleratore e freno per poi ripartire al massimo della velocità. Quello che sta accadendo oggi, quando ci sarà il via libera dai tecnici per lasciare andare il piede dal freno. Si ritorna in pista per quattro giri da fare a tempo di record. In due settimane il Foggia dovrà affrontare quattro match, alcuni dei quali importantissimi. Si inizia oggi con lo scontro diretto per la salvezza con il Cosenza, poi il sabato successivo il derby con il Lecce, seguito di martedì dalla trasferta di Cittadella e poi dal match allo Zaccheria contro il Brescia. Tutto in apnea, perché poi la squadra di Grassadonia sarà richiamata nuovamente ai box, questa volta per due turni. Il primo a causa del riposo dovuto al campionato formato 19 squadre, il secondo per una nuova pausa dovuta alla Nation League. Stop and go. Velocità massima e frenata improvvisa. Va così questo campionato. Strappi su strappi. Serve regolarità. Anche un punto fa classifica. Serve freddezza, chi non perde di vista l’obiettivo è avvantaggiato. In tal senso è illuminante la frase del tecnico rossonero. “E’ uno scontro diretto. Se andiamo a Cosenza per giocare di tacco e punta torniamo a casa carichi di meraviglia…”. Chi ha orecchie per intender…

METEO – Non sarà estate ma poco ci manca. A Cosenza sono previsti sole e 24°C al momento del fischio d’inizio. A complicare il tutto circa il 48% di umidità e un vento di Maestrale che non si farà sentire perché attestabile attorno ai 6 Km/h.

FOGGIA – Recuperato Kragl, che dovrebbe presidiare senza alcun problema la corsia di sinistra, il tecnico Grassadonia perde probabilmente Camporese. Il perno della difesa non ha sostituti di ruolo. Il suo posto potrebbe essere preso da Martinelli con lo slittamento a sinistra di Loiacono (preferito a Boldor) e il rientro tra i titolari di Tonucci (a destra). Tra i convocati figura anche Iemmello, ma il calciatore catanzarese difficilmente sarà della partita dopo 5 mesi di inattività, un operazione chirurgica e solo una settimana di allenamenti con il gruppo. Domanda. E se si valutasse, almeno a partita in corso, un 4-3-3?

FORMAZIONE

Bizzarri
Loiacono
Martinelli
Tonucci
Kragl
Deli
Carraro
Busellato
Zambelli
Mazzeo
Galano

COSENZA – Tanti dubbi per il tecnico Braglia, a partire dal modulo. Il 3-5-2 di base è stato modificato prima della sosta in un 4-3-1-2. Da quest’ultimo si potrebbe ripartire contro il Foggia. Assenti Perez, Di Piazza e Capela, il Cosenza recupera in extremis Garritano e Maniero a dare man forte a un attacco debilitato dalle assenze.

FORMAZIONE

Saracco
D'Orazio
Idda
Dermaku
Corsi
Bearzotti
Bruccini
Verre
Baez
Tutino
Maniero

DIRETTAFoggiasport24.com seguirà per voi la diretta della partita con aggiornamenti live del risultato, pagelle e interviste. Seguite QUI la nostra pagina Facebook.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti