Il Foggia Calcio stecca l'esordio. Allo Zaccheria passa 3-1 il Catania. Pesano le assenze. Di Gori il gol rossonero | Foggiasport24.com

Il Foggia Calcio stecca l’esordio. Allo Zaccheria passa 3-1 il Catania. Pesano le assenze. Di Gori il gol rossonero

Il Foggia Calcio stecca l’esordio. Allo Zaccheria passa 3-1 il Catania. Pesano le assenze. Di Gori il gol rossonero

Il Foggia Calcio stecca l’esordio. Allo Zaccheria passa 3-1 il Catania. Pesano le assenze.  Di Gori il gol rossonero

Il Foggia Calcio stecca l’esordio ufficiale. Il Catania passa 3-1 allo Zaccheria nel Secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Una partita quasi mai in discussione per i rossazzurri che passano subito in vantaggio con Rossetti, raddoppiano a metà ripresa con una punizione di Lodi, subiscono il gol di Gor e poi chiudono la partita con il piatto sottomisura di Rossetti. La partita del Foggia è condizionata dalle assenze. Il tecnico Grassadonia deve fare a meno degli squalificati Floriano (3 giornate), Mazzeo, Agnelli e Gerbo (2). Può contare solo su due attaccanti, Gori e Nicastro, alle spalle dei quali agisce Deli nella posizione di trequartista con licenza di affondare a sinistra in un ipotetico tridente.

PRIMO TEMPO – Le assenze pesano e il Foggia fa fatica. L’inizio gara è del Catania, apparso anche in migliori condizioni fisiche al momento. Al 3′ Lodi ci prova con una punizione dai venti metri ma la palla è alta. Il Foggia risponde al 10′ con una conclusione di sinistro dal limite di Nicastro. Un tiro a giro destinato all’angolino basso sul quale Pisseri si fa trovare pronto respingendo. Neanche un minuto e il Catania torna a farsi pericoloso con il Foggia. Prima Pozzebon calcia debolmente dal limite, senza impensierire Bizzarri, poi, al 13′, trova il guizzo giusto. Cross dalla destra di Barisic e tuffo di Rossetti che di testa trafigge il portiere. Il Catania può anche raddoppiare cinque minuti più tardi ma il tiro di Pozzebon, deviato dalla gamba di Camporese, s’impenna per poi incocciare la parte esterna del palo. Con il passare dei minuti il Foggia prova a guadagnare metri ma pur costringendo i rossoazzurri sulla difensiva, non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Pisseri. L’unica azione rilevante prima dell’intervallo è una verticalizzazione di Carraro per Gori, che da posizione defilata incrocia il sinistro ma il portiere para.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Foggia entra con più grinta e prova a sviluppare le azioni con una maggior velocità. Al 50′ Deli ci prova dalla distanza, il portiere non trattiene, Gori prima difende palla, poi prova la conclusione, ma la palla sfila di poco a lato. Una decina di minuti più tardi ci prova anche Carraro dalla distanza, ma la palla esce a lato. Poi, dopo un quarto d’ora di pressione rossonera il Catania guadagna nuovamente campo. Al 64′ Bizzarri para in due tempi un tiro dai venti metri di Pozzebon. Un minuto più tardi il rasoterra da posizione defilata di Barisic esce a lato. Come se non bastasse il Foggia perde anche Deli per infortunio (problema al ginocchio destro). Al suo posto Sicurella. Subito dopo la sostituzione i rossoneri subiscono il gol del raddoppio. Lo segna Lodi con una punizione calciata rasoterra che sorprende bariera e portiere. Il gol ha il potere di svegliare il Foggia che dopo solo tre minuti accorcia con un colpo di testa di Gori su traversone da destra di Zambelli. Lo Zaccheria si anima e spinge la squadra alla ricerca del pareggio. Al 75′ un sinistro al volo di Kragl si alza di poco sull’incrocio dei pali. Ma mentre il Foggia sembra poter puntare al pareggio arriva il terzo gol dei rossoazzurri. Bucolo entra in area da sinistra, arriva sul fondo e serve a Rossetti un comodo pallone da ribadire in rete con il piatto. L’1-3 taglia definitivamente le gambe ai rossoneri e smorza la crescente carica dello Zac. La risposta rossonera è nei tiri dalla distanza. Quello di Carraro vede la risposta in angolo di Pisseri. I due di Kragl (nel giro di altrettanti minuti) non vanno a segno. Al fischio finale c’è amarezza tra il pubblico ma anche applausi per l’impegno della squadra in una partita condizionata anche dalle assenze e da un organico visibilmente ancora da completare.

FOGGIA 1
CATANIA 3

MARCATORI – 13′ Rossetti (C), 70′ Lodi (C), 73′ Gori (F), 80′ Rossetti (C)
FOGGIA (3-5-2) – Bizzarri; Tonucci, Camporese, Martinelli; Zambelli, Ramè (71′ Rubin), Carraro, Deli (69′ Sicurella), Krag; Gori, Nicastro. A disp.: Noppert, Ranieri, Loiacono, Amabile, Cascione, Sarri. All. Gianluca Grassadonia.
CATANIA (3-5-2) – Pisseri; Blondett, Lovric, Marchese; Barisic, Biagianti, Lodi, Bucolo, Noce (76′ Fornito); Rossetti, Pozzebon (86′ Caccetta). A disp.: Fabiani, Papasiero, Di Grazia, Graziano. All. Andrea Sottil.
ARBITRO – Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Cipressa di Lecce /Mastrodonato di Molfetta. IV uomo Meleleo di Casarano)
AMMONITI – 44′ Blondett (C)
ESPULSI
ANGOLI – 6-2
RECUPERO – 0 p.t. / 4′ s.t.
NOTE

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti