SERIE D. Poule Promozione. Diamond, bella quanto inutile vittoria (68-64) sul Barletta | Foggiasport24.com

SERIE D. Poule Promozione. Diamond, bella quanto inutile vittoria (68-64) sul Barletta

SERIE D. Poule Promozione. Diamond, bella quanto inutile vittoria (68-64) sul Barletta
Foggia, 13 maggio 2018. Cala il sipario sulla Poule Promozione di Serie D e la Diamond si aggiudica il big match con la Cestistica Barletta (68-64) ma non riesce a vincere il campionato. Fatale per la compagine foggiana il passo falso sul parquet dell’Adria Bari. Il secondo posto rappresenta comunque un ottimo risultato e non è detto che la promozione non arrivi ugualmente, sia pure attraverso i ripescaggi che sono legati all’istituzione in Puglia del Campionato C Gold. Ben presto sapremo come si evolveranno le cose. In ogni caso, si ringraziano lo staff tecnico e tutti i giocatori per l’impegno profuso durante il campionato e per l’ottimo traguardo raggiunto. Ma vanno ringraziati specialmente i ragazzi della Nuova Guardia, tifosi esemplari, corretti e sportivi. Siamo fieri di voi. Sulla gara non c’è molto da dire. La Diamond aveva il difficile compito di provare a ribaltare il -42 mentre il Barletta proprio in virtù del cospicuo vantaggio poteva amministrare al maglio la gara. Così la Diamond ha spinto subito sull’acceleratore e con Zupkauskas, Chiappinelli e Ciccone ha provato la prima fuga (11-5 al 5’) ma Defazio e due schiacciate in solitaria di Smith hanno pareggiato i conti. Zupkauskas in gran spolvero nei primi 10’ (14 punti e una media al tiro complessiva del 50%) e, nel finale Alvisi (non al meglio della condizione) hanno dato vigore allo score dei padroni di casa e consentito di chiudere il primo parziale sul 25-17. Nel secondo periodo ha cominciato meglio il Barletta. In poco di meno di 4’ Amorese (da 3) e Menas, oltre a Rizzi e Smith riducevano il distacco ad un solo punto (29-28) anche perché in casa Diamond si susseguivano errori su errori. Il solo Alvisi riusciva di tanto in tanto a perforare la retina e gli ospiti si portavano addirittura avanti (33-35), grazie allo 0-7 firmato da Rainis, Amorese (dalla lunetta) e da Menas (bomba). Negli ultimi secondi la Diamond, con un colpo di coda si riportava avanti: Ciccone 1 su 2 dalla lunetta e Padalino con una entrata che fruttava 3 punti (37-35). Il risicato vantaggio dopo i primi 20’ praticamente spegnava le già poche speranze di rimonta. Nella terza frazione la Diamond saliva ancora di tono e trascinata dal suo play lituano, Zupkauskas, restituiva il controbreak (7-0). Stavolta le difficoltà nell’andare a segno le mostrava il Barletta e solo la buona vena di Amorese (9 p. nel parziale) evitava guai peggiori. Aliberti e Ciccone non si lasciavano intimidire sotto i tabelloni e consentivano di giocare molti palloni. I due tiri dalla lunetta sul suono della penultima sirena consentivano alla Diamond di chiudere il terzo periodo ancora avanti (55-48). Negli ultimi 10’ il Barletta abbassava i ritmi e badava a contenere le ultime sfuriate del team nero arancione. Aliberti, Alvisi e lo strepitoso Padalino (7 p. nel periodo) mantenevano gli ospiti a debita distanza (62-56). Ma Smith, prima da sotto e subito dopo dalla linea dei 6,75, e quindi Menas in penetrazione, riportavano la loro squadra a -1 (64-63). Nell’ultimo minuto ancora Eugenio Padalino andava a segno e, imitato da Zupkauskas (24 punti e top score del match), fornivano i punti necessari per garantire la vittoria (68-64).
Diamond Foggia – Nuova Cestistica Barletta 68 – 64 (25-17; 37-35; 59-48)
Diamond Foggia: L. Di Tullio n.e.; G. Chiappinelli 6 (1/5 da 3; 1/2 da 2; 1/2 t.l.); D. Zupkauskas 24 (2/6 da 3; 6/11 da 2; 6/10 t.l.); E. Padalino 11 (4/8 da 2; 3/4 t.l. ); G. Aliberti 6 (0/1 da 3; 1/5 da 2; 4/6 t.l.); L. Carchia n.e.; R. Ciccone 5 (0/2 da 3; 2/8 da 2; 1/2 t.l.); A. Ferramosca 2 (0/1 da 3; 1/2 da 2); W. Alvisi 14 (0/4 da 3; 6/12 da 2; 2/4 t.l.). Coach: C. Vigilante.
Nuova Cestistica Barletta: S. Menas 20 (1/5 da 3; 5/14 da 2; 7/13 t.l.); L. Amorese 17 (4/10 da 3; 0/2 da 2; 5/5 t.l.); A. Balducci 2 (0/2 da 3; 1/1 da 2); N. Degni (0/6 da 3; 0/1 da 2); J. Smith 17 (1/3 da 3; 5/9 da 2; 4/6 t.l.); G. Rizzi 2 (1/3 da 2); A. Defazio 4 (1/3 da 2; 2/2 t.l.); D. Rainis 2 (0/3 da 3; 1/1 da 2); D. Caruso; G. De Blasio (0/1 da 3). Coach: G. Degni.
Arbitri: Fabio Matarazzo e Giuseppe Perrone di Taranto.
Note: 5 falli: nessuno. Fallo tecnico Ferramosca (3° q.).
Nella foto di Paolo Giuva, la squadra durante un time out
A cura Area Comunicazione Asd Diamond Basket Foggia

Biografia Autore

Potrebbero interessarti