LIVE - Foggia Calcio, la conferenza stampa di Nember in diretta | Foggiasport24.com

LIVE – Foggia Calcio, la conferenza stampa di Nember in diretta

LIVE – Foggia Calcio, la conferenza stampa di Nember in diretta

LIVE – Foggia Calcio, la conferenza stampa di Nember in diretta

Buon pomeriggio amici di Foggiasport24.com. Seguiremo per voi la conferenza del direttore sportivo del Foggia Calcio Luca Nember. Vi aggiorneremo costantemente, quindi… #StayTuned

Ore 17.30 – Siamo in attesa di iniziare la conferenza stampa

Ore 17.33 – Sala stampa gremita. In attesa dell’ingresso di Nember al tavolo dei relatori

FUTURO – «Non è questione di cosa posso fare io a breve, perché c’è anche la proprietà che deve decidere quali sono i programmi e il futuro. Da quindici giorni abbiamo ottenuto la possibilità di parlare direttamente con la proprietà ed è chiaro che abbiamo cercato di approfondire e sviscerare le problematiche da qui alla fine e quali possono essere i piani che la famiglia vuole realizzare per la città. Per quanto riguarda il mio futuro…questa è una piazza che ti dà degli stimoli forti, è tanti anni che naviga sotto la linea importante professionistica della Serie A. Sarebbe importante creare un progetto per arrivare ad alti livelli. E’ chiaro che la famiglia è la prima ad essere volenterosa in questo ma alcune cose vanno sistemate per poter essere liberi di programmare in maniera diversa».

PROGETTO – «La volontà mia è quella di rimanere qui in un progetto ambizioso. Per me questa piazza è allettante. Spero che a breve la famiglia possa esprimersi su questo per poter partire. Se le cose possono essere importanti per entrambi ci potrebbero essere le prospettive per realizzare qualcosa».

COMMISSARIAMENTO – «Non posso rispondere su quello che c’è da fare dal punto di vista operativo, dovete parlare con lui. L’interfaccia con il commissario sono io e il lavoro è diventato più intenso. Così non si può andare avanti, già occuparsi della prima squadra non è facile. Così diventa difficile. Dal punto di vista funzionale con il commissariamento qualcosa è cambiato. Non è pesante, non ci sposta gli equilibri sulla squadra. La parte tecnica è isolata».

BILANCIO – «La squadra è stata separata dalle vicende del commissariamento. Come eravamo messi a dicembre, aver fatto un girone di ritorno allettante, ci ha dato soddisfazioni. Dal mio punto di vista sono soddisfatto se arriviamo ai playoff. La speranza c’è altrimenti non andremmo a Venezia e rimarremmo a casa. Ci rendiamo conto di doverle vincere tutte e tre ma come ne abbiamo vinte dieci nel girone di ritorno potremmo vincerne tre ora. E’ chiaro, abbiamo qualche rammarico. Potremmo essere in una posizione diversa ma la salvezza, in base a come eravamo messi, è un obiettivo meritato sul campo. E ci ha ripagato delle problematiche che sono accadute».

TEMPI DI PROGRAMMAZIONE – «Intanto lavoro lo stesso per fare la squadra, non sono in attesa della risposta. Non sto qua fino a fine campionato per far passare il tempo. Nella mia testa so chi potrei prendere, chi dovrei prendere, chi potrei chiamare a chi potrebbe arrivare. Indipendentemente da come andrà a finire. Non voglio rimanere spiazzato».

GARANZIE – «Programmare la Serie A? Non ho bisogno di sapere il budget. Per andare in Serie A non mi devono dare chissà cosa. Cerco di costruire con quello che ritengo opportuno. Devono pensare loro a strutturarsi e a organizzarsi. Non si deve andare in Serie A per poi andare giù ma anche per rimanere altrimenti diventa un disastro».

ALLENATORE – «Se non fossimo dalla stessa parte non avremmo fatto questi risultati. Se resto io decido io se devo rimanere o andare via. Credo che Stroppa abbia fatto un ottimo lavoro e il suo lavoro sia stato sottovalutato. Il Foggia è la squadra che gioca meglio. L’allenatore ha inciso».

GIRONE DI RITORNO – «A giochi ancora in corso non sarebbe giusto da parte mia dire quanto c’è da cambiare e dove. A gennaio c’è stata anche un po’ di fortuna nell’aver scelto calciatori che hanno avuto un impatto importante. Dalla Serie A scendono delle squadre con un paracadute importante contro le quali la differenza è tanta. Devo prendere qualche calciatore che ti può dare qualcosa in più».

PERMANENZA – «Spero sia sopra il 50%. Io sarei contento di stare qui e spero che a breve lo si possa decidere».

KRAGL – «Verrà riscattato».

SANNELLA IMPRESSIONI – «Ho parlato con Franco Sannella. La sensazione positiva. Ha energia particolare. Ha una voglia e una carica straordinaria. Spero che al più presto si possano sciogliere alcune riserve. Hanno una determinazione forte che hanno in pochi».

BUDGET – «E’ relativo. Faccio un esempio. Abbiamo mandato via dieci giocatori ne abbiamo presi otto e il bilancio è zero. Eppure la squadra è cambiata tanto. Se siamo bravi a fare queste scelte qui… Il problema non è il budget».

INCERTEZZA – «Potrei andare via qualora rimanesse l’incertezza degli ultimi mesi. Serve una schiarita in alcune situazioni che al momento possono migliorare. Ma questo non per il commissariamento anche se questa situazione ha provocato un po’ di stallo. La situazione di stallo non mi piace. Non mi è mai capitata, mettetevi nei miei panni. L’importante non è il direttore ma che rimanga la proprietà. Se la proprietà è forte, chiunque al mio posto si troverebbe bene qua».

SE DOPO GLI EVENTUALI PLAYOFF LA SITUAZIONE DOVESSE ESSERE ANCORA QUESTA ANDRA’ VIA? – «Facile».

FOGGIA APPETIBILE  – «Sì ho avuto riscontri da alcuni calciatori a venire a Foggia. Ecco perché al di là delle offerte sono invogliato a rimanere qua. Il pubblico ha portato in trasferta numeri incredibili. C’è la voglia di confrontarsi su questa piazza».

EVENTUALI PENALIZZAZIONI – «Se vuoi andare in Serie A non devono contare. Vedi l’Empoli. Con dieci punti di penalizzazione andrebbe ugualmente in A».

DECISIONI – «C’è da scegliere lo sponsor tecnico, il ritiro. Ho letto nomi che non mi risultano».

La conferenza stampa è terminata. Grazie a tutti per averla seguita con Foggiasport24.com. L’appuntamento è alle 20 sulla pagina Facebook di Foggiasport24.com per vedere la differita in “Diretta Facebook”. Cliccate MI PIACE SULLA PAGINA.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti