Il Foggia Calcio impone il pareggio (e i playoff) al Frosinone. Il Parma va in A | Foggiasport24.com

Il Foggia Calcio impone il pareggio (e i playoff) al Frosinone. Il Parma va in A

Il Foggia Calcio impone il pareggio (e i playoff) al Frosinone. Il Parma va in A

Il Foggia Calcio impone il pareggio (e i playoff) al Frosinone. Il Parma va in A

Il Foggia impone il pareggio al Frosinone e rovina la festa promozione dei ciociari. Ad andare in Serie A è il Parma. Allo Stirpe finisce 2-2 al termine di un match ricco di emozioni e ribaltamenti di fronte. I rossoneri vanno in vantaggio nel primo tempo con il gol dell’ex Fabio Mazzeo (giunto alla diciannovesima marcatura). Nella ripresa la prevedibile reazione dei padroni di casa che ribaltano l’incontro con il gol di Paganini e l’autorete di Rubin. Nel finale Floriano gela lo stadio con un contropiede concluso con un pallonetto.

PRIMO TEMPO – Il Frosinone è contratto, probabilmente a causa dell’altissima posta in palio. Il Foggia è sciolto, prova a giocare il suo calcio e gode di spazi che si va a cercare sulle corsie esterne con i cambi di fronte. Al 3′ è già tempo di moviola: i padroni di casa protestano per un tocco di mano di Camporese in un contrasto con Citro, ma l’arbitro lascia continuare. Il Foggia comincia a prendere metri sfruttando le corsie laterali. Al 12′ una verticalizzazione da destra di Gerbo sorprende i ciociari. Rubin sbuca tra le maglie della difesa ma il colpo di testa da buona posizione termina di molto a lato. Al 13′ rispondono i padroni di casa con una punizione messa al centro da Ciano: Dionisi sfiora e Terranova, appostato sul secondo palo, non riesce a inquadrare la rete. Al 17′ Gerbo crossa per Mazzeo che riesce solo a sfiorare di tesa, senza riuscire ad imprimere la direzione della rete. Al 22′ Gerbo prova la conclusione dal limite su radente da sinistra di Rubin ma guadagna solo un angolo. Al 26′ nuovo episodio dubbio in area del Foggia. Gerbo e Dionisi si contrastano e vanno a terra, il Frosinone chiede il rigore ma l’arbitro fischia punizione per un fallo di mano dell’attaccante. Al 35′ il Foggia passa in vantaggio. Gerbo crossa da destra, Rubin mette a terra col petto, salta l’avversario e calcia. Il portiere respinge sul piede di Mazzeo che, tutto solo, ha il tempo di controllare ed appoggiare in rete. Al 41′ Dionisi prova a dare la scossa. Da sinistra si accentra e scarica il destro: Noppert, stilisticamente non perfetto, riesce a salvarsi in angolo. Il portiere rossonero si riscatta un minuto più tardi volando a deviare sull’incrocio dei pali una punizione potente e precisa di Ciano.

SECONDO TEMPO – I primi minuti della ripresa sono rossoneri. Al 5′ s.t. il Foggia fa quello che vuole in area. La palla gira tra i piedi dei calciatori rossoneri (da destra a sinistra e di nuovo a destra) al limite dell’area piccola. Agazzi prova la conclusione ma viene murato, sulla respinta ci prova Gerbo al volo dalla distanza ma la sfera sfiora l’incrocio. Il Frosinone risponde con un cross di Ciano da sinistra per Citro che di testa spedisce di poco a lato, ma l’attaccante era in offside. I ciociari trovano coraggio e forza per inseguire il pareggio. Al 12’s.t. Dionisi di testa su punizione di Ciano, manda di poco a lato. Un giro di lancette e Paganini di testa manda di poco alto. Stroppa inserisce Floriano in luogo di Beretta, puntando sui contropiede. Superato il 20’s.t. l’attaccante ne orchestra due. Prima la mette al centro troppo arretrata per l’accorrente Mazzeo, poi calcia a lato dal limite dell’area. Ma la pressione del Frosinone trova il gol al 23′, con un colpo di testa di Paganini sugli sviluppi di un angolo guadagnato da Ciofani: tiro dalla distanza e deviazione di Noppert in corner. Il Frosinone è tornato in partita. Prima Ciano impegna Nopper al difficile intervento in due tempi, poi pareggia al 29’s.t. con un autogol di Rubin, che devia maldestramente con lo stinco nella propria porta un angolo di Ciano. La festa sembra poter cominciare allo Stirpe ma ad un minuto dal termine del match Floriano gela lo stadio: contropiede fulminante, pallonetto sul portiere in uscita e palla in fondo al sacco. Cala il gelo sugli spalti e in panchina gialloblu. Le ultime speranze del Frosinone vengono messe in angolo da Noppert che vola a togliere dall’incrocio una punizione potente di Ciano. Al fischio finale fa festa il Parma, tornato in Serie A.

Fonte: corrieredelmezzogiorno.it

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti