Foggia calcio, Stroppa: “Ho grandi motivazioni per restare. Le notizie che arrivano dalla società sono positive” | Foggiasport24.com

Foggia calcio, Stroppa: “Ho grandi motivazioni per restare. Le notizie che arrivano dalla società sono positive”

Foggia calcio, Stroppa: “Ho grandi motivazioni per restare. Le notizie che arrivano dalla società sono positive”
Vigilia di Foggia-Salernitana e consueta conferenza di Stroppa che – alla stregua dei suoi giocatori – non ha ancora perso del tutto le speranze di raggiungere i playoff: “Il pensare comune è quello di provarci, come si dice… «non succede ma se succede» a quel punto dobbiamo farci trovare pronti. Noi dobbiamo comunque cercare di vincere, è vero che ci siamo allontanati e sembrerebbe impossibile in considerazione di chi è davanti. Ma noi pensiamo a vincere la partita di oggi”.

E ha aggiunto: “Il Foggia arriva benissimo alla sfida con la Salernitana, vista la partita di Venezia e in più il fatto che sia una partita sentita è per noi una motivazione in più: giocare per la gente, per i tifosi. Loro sono una squadra che nelle ultime quattro o cinque partite ha cambiato diversi sistemi di gioco, ma noi – come sempre – abbiamo lavorato anche per affrontare squadre che adottano moduli diversi dal nostro: siamo pronti a trovare le contromisure giuste. Sono in salute e sono liberi mentalmente: se così non fosse ci sarebbe lo stesso spartito di altre partite in casa, ma essendo liberi si potrebbe vedere una squadra che gioca anche di più a viso aperto”.

Il tecnico rossonero è poi tornato sul suo futuro: “Ho un contratto”, ha ribadito, “ed ho grandi motivazioni per restare qui. Se ci fossero interessamenti di altre squadre farebbe piacere. Ma ciò che penso e ciò che ho detto a Nember è che qualunque cosa può accadere non mi condiziona. Sono voci nate da articoli e come tali restano.

Negli ultimi giorni non ho parlato personalmente con la proprietà ma ho parlato con Nember e le notizie che arrivano sono positive. Le notizie sono sempre state buone: quando avevamo parlato della conferenza di Nember avevo detto che le sue parole potevano essere state una “provocazione” tra virgolette nel senso di voler far uscire fisicamente allo scoperto la società rispetto alla piazza perché a noi era sempre stata vicina”.

Si è tornati poi a parlare di campo e di motivazioni: “Chi ha una mentalità vincente non lascia nulla per strada, ogni partita si motiva da sé. Si potrebbe presentare la partita in maniera prevedibile come motivazioni: migliorare la classifica o difendere comunque il posto, è una sorta di derby vista la rivalità che c’è. Poi in ultimo c’è sempre quel punticino che può farci rimanere agganciati.

Per come vedo i giocatori c’è grande volontà di rimettersi in discussione, magari alcuni hanno anche motivazioni personali supplementari. Venezia ci ha dato da questo punto di vista una risposta positiva: siamo andati là a giocare, creando i presupposti anche per vincere. La squadra dà segnali importanti. Comunque in campo, metterò come sempre quelli più in forma, quelli che stanno meglio”.

A proposito di formazione, mancheranno gli infortunati Duhamel, Fedato, Zambelli e Greco. Gli altri sono tutti disponibili.

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti