FOGGIA CALCIO, LE PAGELLE – Tonucci gol da copertina e cori vintage. Floriano non tradisce mai

FOGGIA CALCIO, LE PAGELLE – Tonucci gol da copertina e cori vintage. Floriano non tradisce mai

NOME

VOTO

GIUDIZIO

NOPPERT 6 Il gigante olandese, paradossalmente, gioca con grande sicurezza con entrambi i piedi, ma esita in due uscite. La seconda cagiona il gol dello Spezia
TONUCCI 7 Il più ruvido dei difensori che con coordinazione e intuito, per una volta, assomiglia un po’ a Cristiano Ronaldo. Ovviamente CR7 è altra roba, ma per le curve è un idolo. E se lo invitano a “farsi sentire” sugli avversari, “privilegio” a memoria concesso in passato a Vito Petruzzelli e Rosario Guarino… qualcosa vuol dire…
GRECO 6,5 Sempre più metronomo del centrocampo. Gioca bene palla a terra, scambia nello stretto e mette la palla in cassaforte. Esce per infortunio e qualche misura in mediana si perde.
KRAGL 6,5 Non era al top, ovviamente, dopo lo stop per infortunio a Cittadella. Non è il solito Kragl ma in difesa è una roccia. Il gol salvato sul povero Granoche equivale a uno fatto. Nella ripresa ha messo al centro quel cross al volo che meritava di essere scaraventato in rete. Una saetta di precisione e potenza incredibile.
MARTINELLI 6 Nel ruolo di centrale sembra acquisire sicurezze. Si piazza tra Calabresi e Tonucci e guida il reparto. Tiene a bada Granoche ma nel finale concitato sbaglia qualcosa pure lui.
DELI 6,5 Nel primo tempo è quello che ci crede più di tutti. Palla al piede a tratti è incontenibile. Gli è mancata solo la fase realizzativa (a volte si può anche scaricare su un compagno). Ma Ciccio sta crescendo. E tanto.
MAZZEO 5,5 Il bomber oggi non ha brillato. Ha provato a fare gioco di raccordo con il centrocampo soprattutto nel primo tempo. Poche le possibilità di arrivare al tiro per uno come lui che vive di palloni giocabili.
GERBO 6 Il primo tempo non è esaltante, come del resto non lo è stato per molti dei suoi colleghi. Nella ripresa cresce e regala a Tonucci la copertina di tutti i siti di informazione con un suo assist.
AGAZZI 6,5 La condizione sale e Agazzi fa sentire la sua corsa e il suo agonismo in mediana (difficile vincere contrasti con lui). Prova a dare anche due strattoni nella ripresa quando palla al piede imposta due contropiede sprecati da Beretta e Calabresi.
FLORIANO 7 Torna a giocare titolare e segna. Disputa uno scampolo di partita a Cittadella e fa assist. Floriano è l’arma in più di questo Foggia e merita di essere utilizzata e sfruttata fino in fondo. Lui è stato bravo nel capire come modificare il suo gioco dal 4-3-3 al 3-5-2. Roba per pochi…
CALABRESI 6,5 Con la “iena” (e papà) Paolo Calabresi in tribuna, Arturo sfodera una bella prestazione. Avrebbe potuto coronarla anche con un gol ma il suo bel coast to coast in contropiede viene salvato dal portiere. Piccole sbavature nel finale.
AGNELLI 5,5 Difficile entrare a partita in corso, per giunta negli ultimi minuti. Il capitano però non si tira mai indietro. Il suo contributo in termini di agonismo e forza c’è stato. E’ mancata solo un po’ di lucidità.
BERETTA 5,5 Gridano vendetta le due colossali palle gol non capitalizzate dall’attaccante. Debole il primo tiro, salvato da un difensore sulla linea. Sfortunato e impreciso sul palo. Non manca l’agonismo e la voglia.
NICASTRO 5,5 Ha la voglia di spaccare le montagne, ma probabilmente è proprio quella a tradirlo. Cerca la conclusione da ogni posizione e in una occasione costringe il portiere alla deviazione in angolo. Spostando leggermente la mira le cose potevano essere migliori… ma col senno di poi è facile.
STROPPA 6 La squadra doveva reagire dopo i tre passi falsi e lo ha fatto. La vittoria serviva più della prestazione per riprendere il filo del discorso interrotto qualche settimana fa. Spezzato dal calo di tensione della salvezza conquistata.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".