Header ad

Stroppa: “Quella di sabato è una gara spartiacque, vedremo al 95′ dove saremo”

Stroppa: “Quella di sabato è una gara spartiacque, vedremo al 95′ dove saremo”
Conferenza stampa di Stroppa in vista di Cittadella-Foggia, partita decisiva per le speranze playoff dei rossoneri: “Sarà fondamentale“, ha esordito il mister, “sabato scorso ci siamo allontanati da quelle che ci precedono. Ora avremo l’opportunità in uno scontro diretto di restare attaccati in caso di pareggio e di avere qualcosa in più in caso di vittoria. Peraltro dipenderà anche dalle altre, dal Bari, dal Venezia. Chiaro: la sconfitta ci allontanerebbe dall’obiettivo“.

Si giocherà contro un avversario tosto, già vincitore allo Zaccheria: “Loro sono una squadra che prima degli ultimi risultati pareva in un momento di stasi, ma le prestazioni c’erano sempre state. Sono temibili, più fuori che in casa, non puoi concederti distrazioni, essere aperto perché in verticale fanno male.

All’andata fu l’ennesima partita del rammarico, facemmo una buona prestazione contro una squadra micidiale che ci ha punito forse oltre misura sotto l’aspetto del gioco pur meritando sotto l’aspetto delle occasioni perché noi concedemmo molto. Ci mancavano peraltro giocatori importanti, oggi è un’altra partita e al di là del momento c’è un’aspettativa diversa. Questa è una gara spartiacque, al 95′ vedremo dove saremo.

L’aspetto più importante è ciò che possiamo fare sabato: con il Cittadella sarà determinante ed è quella che ci permetterà di affrontare in maniera diversa le partite successive. La lotta può riguardare il Bari o giù di lì: uscire indenni da Cittadella ci darebbe la possibilità di guardare agli altri. La prima che ci precede è il Cittadella e vogliamo vincere”.

Al Tombolato tutti disponibili e per il turn over in vista dello Spezia (l’1 maggio ore 15) “(…) vedremo dopo il Cittadella se faremo cambi”. Una chiave può essere il caldo: “Il caldo è un aspetto da tenere in conto. Spiace che non si giochi di sera per la velocità e perché il minor caldo permetterebbe ai giocatori di avere più energie. Comunque la nostra settimana è stata perfetta, stiamo bene per fare la prestazione al 100%: non ci sono alibi”.

Una battuta il tecnico l’ha anche riservata al portiere Guarna, protagonista negativo contro il Bari: “Ho visto Guarna bene, il lavoro con il resto della squadra è perfetto. Guarna sta lavorando bene, come sempre, concentrato, mi sembra sereno“. Lo scontro con il Cittadella è da vincere in 14 e non solo con i titolari: “Così è sempre, cerco di migliorare con i cambi, la gestione è nella partita stessa. Ragiono come se fosse una finale e cercherò di mettere in campo la formazione migliore e poi in base a come si metterà la gara decideremo”.

Infine una considerazione sui difensori della «B» e su Varnier, uno dei talenti del Cittadella: “Ho letto nei giorni scorsi che è un record il numero di gol in serie B, non so se sia merito della bravura degli attaccanti o demerito dei difensori, secondo me ci sono ancora difensori importanti. Varnier è un ottimo giocatore, è uno dei profili più importanti ma non so cosa potrà fare, io lo conosco da avversario, da fuori”.

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti