Playoff più lontani (-7). Il Foggia Calcio perde 3-1 a Cittadella | Foggiasport24.com
Header ad

Playoff più lontani (-7). Il Foggia Calcio perde 3-1 a Cittadella

Playoff più lontani (-7). Il Foggia Calcio perde 3-1 a Cittadella

Playoff più lontani (-7). Il Foggia Calcio perde 3-1 a Cittadella

Un K.O. pesante sulla strada dei playoff. Il Foggia perde 3-1 nello scontro diretto con il Cittadella e a quattro giornate dal termine della regular season si ritrova a sette punti dagli spareggi per la promozione in Serie A. Servirebbe un’impresa (e il tracollo di una tra Cittadella e Perugia, entrambe a quota 58) per rimettere in corsa i rossoneri. A decidere la partita le reti di Kouame, Schenetti e Vido. Di Deli la rete della bandiera degli uomini di Stroppa.

PRIMO TEMPO – Al Tombolato va in scena una partita dai ritmi blandi, condizionata dal caldo. Out Kragl per infortunio, si rivede tra i titolari Rubin. La novità è Noppert. Il portiere Olandese è preferito a Guarna, reduce dall’errore che ha cagionato il pareggio di Nené nel derby con il Bari. Il gigantesco numero uno olandese si presenta con un doppio intervento. Al 10′ prima smorza un cross dal Fondo di Vido, poi mette in angolo la conclusione di contro-balzo di Schenetti. La risposta del Foggia arriva quattro minuti più tardi, quando Mazzeo colpisce l’esterno della rete su cross dalla sinistra di Rubin. Un botta e risposta che rappresenta poco più di un brivido in in una partita giocata a ritmi blandi, priva di grandi sussulti. Per vedere un nuovo tiro in porta bisogna attendere il 35′: Schenetti verticalizza per Vido ma Noppert esce e chiude in angolo. Al 42′ è ancora Noppert a dire di no al Cittadella, murando il tap in ravvicinato di Kouamè su assist da sinistra di Vido. Niente avrebbe potuto l’olandese sul colpo di testa di Salvi in pieno recupero, ma il difensore, di testa, schiaccia il pallone di poco fuori.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo si apre con il Foggia all’attacco, Mazzeo con il sinistro sfiora l’incrocio dei pali, ma sul ribaltamento di fronte Kouame porta in vantaggio il Cittadella: cross di Benedetti da sinistra e incursione della punta che sbuca tra difensore e portiere (non impeccabili) per deviare la sfera in rete. La reazione rossonera al 13’s.t. va a sbattere sul palo colpito da Mazzeo, bravo a tagliare alle spalle dei difensori su verticalizzazione di Deli. Tre minuti dopo sono i veneti a mettersi le mani nei capelli, quando Salvi sfiora nuovamente il gol con un colpo di testa sugli sviluppi di un angolo. Stroppa prova a dare vitalità in attacco inserendo Floriano in luogo di Nicastro e al 17’s.t. arriva il pareggio con un sinistro a giro di Deli, servito proprio da Floriano. Neanche il tempo di ripartire e il Cittadella è di nuovo in vantaggio. Schenetti, indisturbato, segna il 2-1 con un piatto destro su assist prezioso di Vido (bravo e freddo nel vedere il compagno nonostante la marcatura di un avversario). A metà ripresa Camporese viene fermato dai crampi e Stroppa ne approfitta per inserire al suo posto Beretta, passando al più offensivo 4-3-3. Ma poco dopo la mezzora il Cittadella si porta sul tre a uno con il diagonale di Vido, al termine di un’azione nata da una palla recuperata in fase offensiva. E pochi minuti più tardi la formazione di Venturato potrebbe anche dilagare ma prima Zambelli, poi Noppert, mettono il piede sulla conclusione ravvicinata di Schenetti, salvando in angolo.

 

FONTE: Corriere del mezzogiorno

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti