LE PAGELLE - Nicastro generoso, Kragl combatte, gli errori spianano la strada al forte Empoli | Foggiasport24.com

LE PAGELLE – Nicastro generoso, Kragl combatte, gli errori spianano la strada al forte Empoli

LE PAGELLE – Nicastro generoso, Kragl combatte, gli errori spianano la strada al forte Empoli

Le pagelle di Foggiasport24.com

GUARNA voto 5 – Fa correre un brivido a tutto lo stadio quando regala palla a Zajc, ma viene salvato dal palo. Si lascia sorprendere in occasione del primo gol dal diagonale dello stesso Zajc. Sul terzo gol respinge corto la conclusione di Brighi ed apre la strada al tap-in di Caputo.

TONUCCI voto 5,5 – Combatte e ci mette la grinta, suo marchio di fabbrica. Dalle sue parti ha Caputo, un brutto cliente e anche lui non passa una Pasquetta tranquilla.

CAMPORESE voto 5,5 – In fase di non possesso si trova Zajc nell’insolita posizione di centravanti. Il fantasista prova a tirarlo fuori dalla difesa abbassandosi verso il portatore di palla empolese. Un ulteriore difficoltà in fase di marcatura. Prova a tenere botta.

MARTINELLI voto 5 – Il gol del vantaggio di Zajc nasce nella sua zona. Il mancato intervento sul passaggio in verticale di Di Lorenzo spiana la strada al gol di Rodriguez.

GERBO voto 5 – E’ preso in mezzo tra Pasqual, Brighi, Zajc e Caputo. Difende con la solita grinta ma è poco lucido. In particolare in fase propositiva.

AGNELLI voto 5,5 – Fino a quando è stato in campo ha messo tanta corsa, impegno e voglia, da buon capitano. Uno sforzo che compromette ovviamente la lucidità in fase di impostazione.

AGAZZI voto 5 – Per caratteristiche non è Greco. Da lui non puoi pretendere il fraseggio ma una buona interdizione. L’Empoli è stato bravo nel far girare a vuoto il centrocampo rossonero e anche lui è salito sulla giostra.

DELI voto 5,5 – Nel primo tempo corre tanto, anche per la bravura dell’Empoli, ma non incide. Sale di tono con il passare dei minuti. Cerca di dare lo strattone buono alla partita con le sue proverbiali serpentine. Forse troppo insistite ed egoistiche dinanzi al muro biancoazzurro.

KRAGL voto 6 – Ci mette rabbia agonistica mista a qualità, seppur a tratti. Prova la conclusione ma una volta coglie l’esterno della rete, l’altra si vede respingere una punizione dal portiere. Salta l’uomo con buona regolarità ma questa volta è mancata un po’ di precisione nei cross.

MAZZEO voto 5,5 – Il 3-5-2 gli ha ritagliato addosso un ruolo diverso da quello di vertice del tridente nel 4-3-3. Adesso è lui a provare a sfruttare le imbucate e le sponde di Nicastro, agendo da seconda punta. Indirettamente diventa meno pericoloso se il Foggia non riesce a portare tante palle “pulite” nell’area avversaria. Prova comunque due conclusioni. Su una di queste Gabriel interviene da campione.

NICASTRO voto 6 – Gioca su tutto il fronte offensivo, viene incontro al portatore di palla e prova a mandare in profondità i compagni con il suo terzo tempo e colpo di testa. Calcia anche verso la porta ma prima viene murato in angolo, poi si dispera per aver colpito troppo “sotto” la sfera su quel colpo di testa finito di poco alto. Lo Zaccheria non approva la sua sostituzione con Duhamel.

GRECO voto 6 – Ordine a centrocampo, geometrie e gioco velocizzato. Il suo ingresso è coinciso con il massimo sforzo del Foggia alla ricerca del gol per riaprire la partita e anche con un Foggia spostato qualche metro più avanti in fase offensiva. Il centrocampo ha risentito della sua assenza.

DUHAMEL voto 5,5 – Non è mai facile entrare a partita in corso, spesso negli ultimi venti minuti, e cercare di ribaltare la situazione. Ancor meno a risultato acquisito. Mathieu ha il merito di metterci tanta voglia e corsa in quasi totale assenza di palloni giocabili faccia verso la porta.

SCAGLIA voto 5 – Entra a partita praticamente compromessa e non riesce ad incidere come anche lui avrebbe voluto.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti