La Puglia piazza ancora “Una Stoccata per la vita”

La Puglia piazza ancora “Una Stoccata per la vita”

Dopo Bari, Lecce e Manduria il progetto approda a Brindisi

BRINDISI – E sono quattro! Dopo Bari, Lecce e Manduria il progetto “Una stoccata per la vita – Fencing for Change” approda anche a Brindisi in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Kennedy” del Rione Casale.

Il protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso mese di giugno dal Comando Militare Esercito “Puglia”, il Comitato Regionale Federscherma Puglia, la Conferenza Episcopale Pugliese, l’Università degli Studi “Aldo Moro” e l’Ufficio Scolastico Regionale con il patrocinio della Regione Puglia, della Città di Bari e della Regione Puglia, ha finora coinvolto circa 600 studenti delle scuole pugliesi in un progetto che ha lo scopo di diffondere gratuitamente la pratica della scherma in quanto strumento di convivenza civile, mezzo di inclusione sociale e veicolo di valori fondamentali come l’educazione al rispetto delle regole.

A fare gli onori di casa la dirigente dell’Istituto Comprensivo “Kennedy” Mina Fabrizio: «Nella scuola – ha dichiarato – si formano i futuri cittadini: è qui che si apprendono le regole della vita e lo sport ci può essere di grande aiuto essendo per l’appunto una manifestazione umana che si svolge attraverso l’osservanza delle regole. In particolare la pratica della scherma, che in ambito scolastico rappresenta un elemento di novità, ci ha fortemente stimolato ed attraverso questo progetto, che sarà condotto in collaborazione con il Maestro Flavio Zumbo delle Lame Azzurre Brindisi, abbiamo coinvolto 25 alunni che hanno manifestato da subito grande entusiasmo».

Il vice presidente del Comitato Regionale FIS Puglia Roberto Lippolis, che ha portato il saluto del Presidente Matteo Starace impegnato a Verona in occasione dei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani in corso di svolgimento, ha ripercorso le tappe di un protocollo d’intesa partito da Bari ed ora allargatosi a macchia d’olio anche nelle altre province pugliesi: «La pratica della scherma può essere uno stimolo per partecipare con maggiore interesse alle attività scolastiche ed in questo senso può essere d’aiuto a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica. Qui a Brindisi la scherma vanta una lunga e gloriosa tradizione e sono certo che il nostro sport saprà appassionare questi ragazzi!».

«Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere tutta la Regione – spiegano i rappresentanti del Comando Militare Esercito “Puglia” agli ordini del Generale di Brigata Mauro Prezioso – ed è per noi motivo di grande soddisfazione far conoscere l’opera delle Forze Armate nel tessuto sociale ed in contesti diversi di quelli strettamente operativi: guardiamo con grande interesse allo sport, inteso anzitutto come strumento per la trasmissione di valori che vanno ben al di là della semplice cura del benessere fisico».

La presentazione del progetto si è conclusa con una dimostrazione di scherma a cura degli atleti delle Lame Azzurre Brindisi Miriana Morciano, Mariella Gigliola e Nicolò Morciano sotto l’attenta guida del Maestro Flavio Zumbo.

Per conto di:

Ufficio StampaFederazione Italiana Scherma

Contatti PUGLIA: Siro Palladino
media@federscherma.it

Biografia Autore