Il Foggia Calcio cala il poker. Cremonese battuta 4-0, salvezza più vicina e i playoff... | Foggiasport24.com

Il Foggia Calcio cala il poker. Cremonese battuta 4-0, salvezza più vicina e i playoff…

Il Foggia Calcio cala il poker. Cremonese battuta 4-0, salvezza più vicina e i playoff…

Il Foggia Calcio cala il poker. Cremonese battuta 4-0, salvezza più vicina e i playoff…

Il Foggia cala il poker allo Zini di Cremona, avvicina la salvezza e tiene accesa la speranza playoff. I rossoneri battono 4-0 la Cremonese al termine di una partita a senso unico. Al termine della prima frazione gli uomini di Stroppa erano già sul tre a zero in virtù delle reti di Kragl, Mazzeo e Nicastro. Nella ripresa mette il sigillo al match anche Zambelli, alla prima rete in maglia rossonera. La formazione titolare riserva delle sorprese. Al posto dell’infortunato Tonucci c’è Calabresi, all’esordio con il Foggia, mentre Loiacono rileva Martinelli. A centrocampo c’è Agazzi al posto di Deli e Zambelli in luogo di Gerbo. Molte le assenze nella Cremonese. Out Almici, Paulinho, Brighenti, Castrovilli, Dos Santos Claiton, Mokulu e Procopio. Per gli uomini di Tesser undici giornate senza vittoria (dodici con quella odierna).

Il Foggia parte meglio ed è più vivace in attacco rispetto agli avversari. Un predominio territoriale che si concretizza poco dopo la mezzora. Due gol nel giro di due minuti per tagliare le gambe alla Cremonese. Al 32′ il vantaggio. Cross di Zambelli da destra, sponda di Agazzi per Nicastro che, spalle alla porta, serve l’accorrente Kragl il cui sinistro al volo infila l’angolino basso della porta. Per il tedesco è il sesto gol in maglia rossonera. Al 34′ il raddoppio. Cross di Kragl da sinistra, Zambelli di testa appoggia per Mazzeo che deve solo spingere in rete la sfera. Il Foggia gioca sulle ali dell’entusiasmo e al 42′ impregna ancora una volta il portiere con una conclusione di Agazzi, potente ma centrale. Sul ribaltamento la Cremonese ha una buona occasione per accorciare le distanze con Arini che su sponda di Scappini, colpisce il palo esterno con un destro al volo. Pochi istanti dopo il Foggia triplica con Nicastro, che sulla linea di porta spinge in rete un pallone respinto da Ujkani su tap-in ravvicinato di Agnelli. All’intervallo è 3-0 per il Foggia.

Nella ripresa la Cremonese tenta di metterci voglia e determinazione, ma il Foggia riacquista metri con il passare dei minuti. Al 12′ s.t. un’apertura di Agazzi spedisce Kragl verso l’area di rigore. Il tedesco può tirare ma sceglie il radente sul secondo palo per Mazzeo, anticipato in anglo da un difensore. Sugli sviluppi dello stesso Greco arriva alla conclusione con il piatto sinistro ma la mira è sbagliata. Al 16′ il Foggia cala il poker: cross dalla sinistra di Nicastro e destro al volo sotto la traversa del laterale bresciano. Il gol del 4-0 rilassa il Foggia e la Cremonese prova ad accorciare le distanze. Al 23′ s.t. un pallonetto di Piccolo si adagia sulla parte alta della rete. Un minuto più tardi Guarna mette i guanti sulla girata ravvicinata di Scappini, imbeccato da una sponda di Camara. Pochi minuti dopo lo stesso Camara prova il piatto destro, ma la difesa lo mura in angolo. Al 41′ un rinvio errato di Guarna innesca Arini ma il portiere riesce a neutralizzare la conclusione del centrocampista. L’ultimo sussulto della partita è di marca rossonera. Al 43′ s.t. il portiere Ujkani ci mette i guanti sulla conclusione al volo di Scaglia: smorza la palla poi allontanata da Pesce posizionato sulla linea di porta. Alla fine del match è festa per gli oltre 2.000 tifosi del Foggia presenti allo Zini.

FONTE: Corriere del Mezzogiorno

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti