Il “Calcio sui… maccheroni” – la cucina umbra

Il “Calcio sui… maccheroni” – la cucina umbra

Il “Calcio sui… maccheroni” – la cucina umbra

Stasera i ragazzi di Stroppa torneranno in campo alle 20.30 al “Liberati” di Terni. L’obiettivo dei rossoneri è mettere in cassaforte la salvezza strizzando l’occhio ai play-off. I fornelli di Foggiasport24.com stanno preparando il “Panpepato”, dolce tipico della tradizione ternana. Buon appetito e Forza Foggia!

Ingredienti (12 persone):

  • 300 gr di noci
  • 150 gr mandorle
  • 150 gr nocciole
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr uva sultanina
  • 100 gr cacao amaro
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 75 gr di zucchero
  • 40 gr di miele
  • Pepe
  • cannella e noce moscata
  • 1/2 bicchiere di caffè borghetti
  • 2 tazzine di caffè ristretto
  • Farina quanto basta per raccogliere
  • Olio o burro per la teglia

Preparazione: in una pentola antiaderente, a bagnomaria, mettete il miele e lo zucchero e fateli riscaldare bene, mescolando di fino a che lo zucchero non si è perfettamente sciolto nel miele (per circa 15′).
Fate sciogliere il cioccolato in pezzi ed unitelo a miele e zucchero.

In una ciotola grande raccogliete la frutta secca tritata non troppo finemente, aggiungete mescolando il miele, il cioccolato fondente sciolto, l’uvetta ed il cacao amaro.

Lavorare bene e con cura il tutto e poi unire poco alla volta gli ingredienti liquidi:il caffè ed il Borghetti.

.

Aggiungete pepe, noce moscata in polvere e cannella (a piacere).

Stendete la farina sulla tavola e lavoratevi sopra il composto con le mani bagnate nel caffè; amalgamate il tutto molto bene ed unite per ottenere un composto omogeneo (ci vuole molta forza), avendo cura di bagnare le mani nel caffè di tanto in tanto.

Ottenuto un composto uniforme, dividetelo a palle delle dimensioni di un’arancia.

Mettere le palle di panpepato su una teglia di alluminio unta d’olio o burro, schiacciarle leggermente.

Infornare per 15-20 minuti a 200°C (controllate la cottura di tanto in tanto e sfornateli quando li vedete imbruniti)

Lasciar raffreddare completamente i panpepati, poi conservarli racchiusi nella stagnola.

Si servono a fettine, magari accompagnando con un bicchierino di Porto o meglio ancora con un Passito.

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android

Biografia Autore

Potrebbero interessarti