Header ad

Foggia calcio, Stroppa: “Abbiamo sbagliato troppo ma occorre fare i complimenti all’Empoli”

Foggia calcio, Stroppa: “Abbiamo sbagliato troppo ma occorre fare i complimenti all’Empoli”
Nel post partita Stroppa ha così commentato la gara: “Dovevamo avere il palleggio e non sbagliare nulla, non concedere situazioni gratuite all’Empoli. E quando loro palleggiavano correre nella maniera giusta ed approfittare degli eventuali errori. Dagli errori è nato tutto: abbiamo regalato una rimessa da fondo e poi una laterale. Contro avevamo una squadra che ha venti punti in più di noi e che ha sbagliato di meno.

Occorre fare i complimenti a loro. Certo, tre gol sono tanti, mi spiace non aver segnato. Fa male aver preso gol in maniera gratuita. Agnelli ha sentito un indurimento al muscolo, non sembra nulla di grave ma vediamo. Abbiamo subito gol nel momento migliore quando stavamo giocando bene. Se non lo avessimo subito… ma con i «se» e i «ma» non si va da nessuna parte. Nel secondo tempo abbiamo fatto la partita però dobbiamo avere più attenzione. Dobbiamo essere più concentrati, stare sul pezzo al 100%.

Abbiamo iniziato bene, sul primo errore abbiamo concesso una palla gol: noi invece sui loro errori non abbiamo rimesso in sesto la partita. Poi se sommiamo le tre partite, ci può essere un problema fisico e mentale. Ma abbiamo sbagliato troppo: in certi momenti c’è stata superficialità, è mancata la cattiveria, la qualità di voler fare qualcosa in più. Deli, ad esempio, che con la Pro Vercelli aveva fatto gol oggi è arrivato lì quattro o cinque volte e non ha tirato o ha sbagliato il passaggio. Mazzeo e Kragli sono andati al tiro. Non sono dispiaciuto per la prova: forse l’Empoli ha avuto più occasioni ma certo potevamo essere più bravi a portare a casa qualcosa. Le scelte? Con il senno di poi si può dire tutto, però sono convinto di aver messo la squadra più pronta in questo momento. Nicastro ha preso una botta e faceva fatica a correre. La sconfitta brucia per i gol presi ma ci sta perché comunque: l’Empoli è la capolista e lo ha dimostrato in campo. Il campionato però va avanti e dobbiamo prendere ciò che di buono abbiamo fatto oggi. Ci può essere un errore tecnico, non è stata solo superficialità. Martinelli liscia perché la palla rimbalza male, è vero è andato leggero ma perché pensava che non rimbalzasse così la palla. Se però hai maggior concentrazione forse la palla non passa. Greco l’avevo visto stanco, scarico, vuoto, non giocava da due anni, stava tirando la carretta e mi è sembrato di non doverlo rischiare dall’inizio.

Mazzeo si è creato le occasioni, si è mosso bene, è uno sfogo per la squadra: gli attaccanti hanno lavorato bene, per me va benissimo così, mi spiace che si sbagli ma è meglio sbagliare però arrivarci che non arrivarci proprio. Agazzi mi dava palleggio, dinamicità e credo a parte qualche cosa abbia fatto una discreta partita. Senza errori avremmo avuto gioco e palleggio migliore e avremmo messo in difficoltà di più l’Empoli. Se avessimo approfittato degli errori avremmo forse parlato di partita differente.”

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti