Foggia calcio: il vento soffia sempre da Nord. Ecco il Novara di Puscas senza «k» e del “britannico” Dickmann | Foggiasport24.com
Header ad

Foggia calcio: il vento soffia sempre da Nord. Ecco il Novara di Puscas senza «k» e del “britannico” Dickmann

Foggia calcio: il vento soffia sempre da Nord. Ecco il Novara di Puscas senza «k» e del “britannico” Dickmann
Burian non era ancora arrivato. Ma il soffio della sconfitta è spirato comunque da Nord, da Brescia. Il gelo calato sui sogni della torcida rossonera si specchia nel capo chino di Peppino Baldassarre mentre si allontana con passo fiaccato ben prima del fischio finale.

Una sconfitta dopo quattro vittorie però non è una tragedia. L’impetuoso vortice del riscatto è già pronto a mulinare rabbia nel cielo torvo di neve: la serie B non si arresta. Non teme il meteo: si gioca ancora, di sera, per un turno infrasettimanale ghiacciato. Per il Foggia è ancora Nord, profondo, elegante. Sabaudo.

Si va a Novara, al Silvio Piola, stadio intitolato al più grande cannoniere italiano di sempre. Che chiuse la carriera a 41 anni, proprio a Novara, il 7 marzo 1954, tre mesi prima della rassegna iridiata svizzera, il mondiale che avrebbe consacrato una delle nazionali migliori di sempre, l’Ungheria del fenomeno Puskas. Cognome magiaro, come quello – con una «k» di differenza – di George Alexandru Puscas, il primo obiettivo di “Attenti a quei due”, il blog di Foggiasport24 che racconta storie, tratteggiando spesso i contorni di un romanzo ispirato dalle emozioni.

Le stesse che l’8 giugno 2017 il prodigio di Marghita, piccolo villaggio rumeno al confine proprio con l’Ungheria, regalò alla città di Benevento. Si giocava la finale di ritorno dei playoff per la promozione in «A» contro il Carpi e in un Vigorito stracolmo George firmò la rete che trascinò la Strega per la 1ª volta in serie A dopo 88 anni di esistenza.

Prima di passare al Novara, Puscas ha segnato una rete nel 2-2 di Benevento-Milan, primo punto in «A» nella storia dei sanniti

Cresciuto nelle giovanili del Bihor Oradea, piccolo club della serie B rumena, a 16 anni aveva già debuttato in 1ª squadra segnando anche due reti. Scovato da Casiraghi, allora osservatore dell’Inter, e convinto dal connazionale Chivu ad accettare l’offerta della Beneamata (che lo pagò 600mila euro) resistendo alle avances di Juve e Arsenal, fu aggregato alla Primavera di mister Cerrone nel 2013.

Potenziale craque (una volta ne fece cinque al Lanciano), ha esordito in «A» con Mancini, prima di essere smistato in prestito al Bari per la stagione 2015/16 e poi al Benevento (appena salito nella cadetteria) nel 2016/17. A gennaio è passato in prestito al Novara con cui ha realizzato già 5 reti in 4 incontri: gol all’Ascoli, poi tripletta esterna al Cittadella e sigillo contro lo Spezia. Puscas è titolare oramai inamovibile degli azzurri che da tre partite sono guidati in panchina da Mimmo Di Carlo, tornato ad allenare dopo aver condotto ai playoff nella passata stagione lo Spezia, il cui cammino fu interrotto proprio da una rete di Puscas (in maglia Benevento) nel turno preliminare.

Vicende che s’intrecciano, come quelle del giovane bomber e di Gianluca Sansone (20 centri con il Sassuolo nella «B» 2011/12, fuggito dal Torino per “colpa” di Ventura a cui ha riservato parole di fuoco), compagni già nel Bari ed ora insieme a guidare l’attacco del Novara. Un Novara, attualmente 16° con 31 punti, che in casa ha perso 6 volte (come il Foggia, con il quale condivide anche il fatto di non aver ancora fatto registrare uno «0-0») e che è reduce dal ko di Avellino, match nel quale Di Carlo ha schierato i suoi così:

Montipò
Chiosa
Mantovani
Troest
Calderoni
Casarini
Orlandi
Dickmann
Sansone
Moscati
Puscas

A “perimetrare” la fascia destra dei sabaudi c’è un ragazzo dal cognome e dalla fisionomia britannica ma dal passaporto italianissimo (è nazionale U21), inserito dal Guardian nella Top 50 dei migliori talenti del Belpaese nati dopo l’1 gennaio ’95: Lorenzo Dickmann. Milanese e milanista purosangue (il suo idolo era Ronaldinho, che ha visto giocare dal vivo al Meazza, e il suo sogno è giocare a San Siro con il Diavolo), è cresciuto nei campetti del Centro Schuster, approdando a Novara a 15 anni.

Dickmann ha realizzato il suo 1° gol in serie B nel 4-1 al Trapani del 14 dicembre 2015

Ultimo di cinque fratelli, Lorenzo ha debuttato in prima squadra a 17 anni nello sfortunato playout 2014 di «B» a Varese che sancì la retrocessione degli azzurri in Lega Pro. Su di lui hanno messo gli occhi Samp, Bologna, Spal e Cagliari; lo scorso anno guidò a lunga la classifica degli U21 con più minuti giocati in campionato.

Nato come trequartista ma spostato in Primavera nel ruolo di esterno in un centrocampo a cinque, si è disimpegnato con Baroni e Boscaglia anche come laterale basso in una difesa a quattro. Realizzò la sua 1ª rete nel derby di Lega Pro con l’Alessandria ed è abituato a festeggiare i gol ispirandosi al rapper italo-tunisino Ghali e al suo “Jimmy”.

Dickmann ha segnato sinora tre reti, la 1ª proprio contro il Foggia nel 2-2 dello Zaccheria, in un confronto aperto dallo shoot mortifero di Moscati e chiuso dalla “zuccata” vincente di Lorenzo che, di ritorno da un infortunio, disputò solo l’ultima parte della gara. Quel giorno, era l’1 ottobre, splendeva un sole luminoso sull’impianto di via Gioberti. Burian non era nemmeno in gestazione, in compenso Stroppa dovette sostituire tre uomini già prima dell’intervallo. La squadra faticava e l’orizzonte era nebuloso.

Tutta un’altra storia rispetto a oggi. C’è il freddo, la neve e il vento della Siberia, ma la paura no. Quella è scomparsa! Malgrado Torregrossa, Caracciolo e la barba “indispettita” di un Peppino Baldassarre inconsolabile…

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti