Carpi, mister Calabro: "Col Foggia Calcio dovremo..." | Foggiasport24.com

Carpi, mister Calabro: “Col Foggia Calcio dovremo…”

Carpi, mister Calabro: “Col Foggia Calcio dovremo…”

Carpi, mister Calabro: “Col Foggia Calcio dovremo…”

Alla vigilia della partita allo Zaccheria, mister Calabro parla del match contro i Satanelli. Ecco le sue dichiarazioni riportate da Carpifc: “Sappiamo che domani troveremo un ambiente caldo e una squadra reduce da tre vittorie consecutive di cui due fuori casa. Hanno cambiato assetto ma non filosofia, ma sono meno sbarazzini del girone d’andata e più compatti. Il timbro e l’identità di gioco però sono le stesse. Sono una squadra che gioca allo stesso modo in casa e fuori, dove hanno centrato sei vittorie. In casa adesso non hanno più le difficoltà di qualche tempo fa, il pubblico li spingerà e non vengono più fischiati al primo errore come succedeva prima. Detto questo, i nostri presupposti da mettere in campo sono sempre gli stessi.

Brosco, Belloni e Mbakogu non sono tra i convocati, hanno tutti e tre fastidi alle ginocchia e li lasciamo recuperare per averli al meglio per le prossime partite.

Serviranno atteggiamento e carattere su un campo come quello di Foggia, altrimenti non ci sono le basi per portare a casa dei punti.

I numeri di squadra con e senza Mbakogu? Sappiamo l’importanza di Jerry per questa squadra, lo dicono le cifre, ogni squadra ha delle punte di diamante, ma dobbiamo sopperire alla sua assenza con una partita di squadra, in cui tutti devono dare qualcosa in più. Il mercato ci ha portato un attaccante importante come Melchiorri, poi ci sono l’entusiasmo di Malcore, Nzola che sta bene e Concas che sta prendendo minutaggio. Possiamo sopperire alla sua assenza.

L’utilizzo di Concas? Con la Cremonese abbiamo osato, avevamo pianificato un utilizzo di mezz’ora ma poi l’infortunio di Calapai ha cambiato le cose e Cico ci ha dato ottime risposte e aumentato il minutaggio. Ci dà ampie garanzie a livello tecnico e umano, ma sono pronti anche Malcore e Nzola.

Rispetto alla gara con la Cremonese, col Foggia dovremo essere ancora più aggressivi, conquistare palla più alti perchè in quell’ambiente sarebbe pericolosissimo portarli nella nostra area di rigore.

Col Foggia ho giocato diverse volte sia da giocatore col Manfredonia che da allenatore con la Virtus Francavilla, sono sempre state sfide molto emozionanti.

I rigoristi senza Mbakogu? Ne abbiamo diversi che possono calciarli, abbiamo una gerarchia e in partita contano molto la freddezza e la personalità.

Kragl sorvegliato speciale? Sappiamo che dobbiamo tenerlo sotto pressione anche a 40 metri dalla porta senza mai lasciargli la giocata”.

Biografia Autore

Potrebbero interessarti