Calabro, tecnico del Carpi: “Abbiamo perso con merito ma il nostro campionato resta eccezionale” | Foggiasport24.com

Calabro, tecnico del Carpi: “Abbiamo perso con merito ma il nostro campionato resta eccezionale”

Calabro, tecnico del Carpi: “Abbiamo perso con merito ma il nostro campionato resta eccezionale”
Dopo la partita si è presentato in sala stampa anche il tecnico del Carpi, Antonio Calabro, che tra emiliani e Virtus Francavilla ha incassato quattro ko su quattro contro Stroppa e il Foggia: “Quatto sconfitte con il Foggia non mi vanno bene. Non siamo contenti della partita. Il Foggia è in salute ed è spinto da un pubblico eccezionale. Dovevamo fare quello che avevamo provato in settimana e che abbiamo fatto in parte all’inizio dei due tempi ma non ci siamo riusciti. Abbiamo perso con merito, ora occorre analizzare gli errori sapendo però che il triplice fischio sancisce la fine di una partita e l’inizio di un’altra.

All’inizio qualche “pizzicata” l’avevamo pure data, però sapevamo che il Foggia non dovevamo portarcelo vicino all’area, sugli esterni loro sono molto forti. Però l’episodio che ha chiuso la gara è stato il terzo gol di Kragl a inizio ripresa. La scelta della formazione arriva da quello che vedo in allenamento in settimana. Pasciuti nel Carpi ha giocato anche terzino, è quello che si fa superare di meno nell’uno contro uno.

Il nostro campionato resta eccezionale: siamo sempre stati nella parte sinistra della classifica. La squadra poi è stata migliorata a gennaio. Pensare di venire qui contro il Foggia e avere 5/6 punti di vantaggio significa che abbiamo fatto bene sinora. Nzola ha davanti a lui attaccanti come Melchiorri e Mbakogu che oggi non c’era e che per noi è molto importante. Basta vedere la media punti quando lui c’è. Per una partita d’area posso usare anche Malcore, per una in cui attaccare di più gli spazi scelgo Nzola, che però è giovane e ancora una promessa. Deve farsi”.

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti