Header ad

IL BLOG DI PIRAZZINI – Foggia Calcio, guardare dietro per andare avanti. A Palermo sfide epiche…

IL BLOG DI PIRAZZINI – Foggia Calcio, guardare dietro per andare avanti. A Palermo sfide epiche…

IL BLOG DI PIRAZZINI – Foggia Calcio, guardare dietro per andare avanti. A Palermo sfide epiche…

Il blog “Numero 4” del Capitano del Foggia Calcio Gianni Pirazzini per www.foggiasport24.com

Ciao amici tifosi del nostro Foggia e utenti di Foggiasport24.com,
vi scrivo dopo la vittoria contro l’Avellino, la seconda di fila che segue quella contro l’Entella. Sono contento per la vittoria. Ho visto un buon Foggia ma ammetto di essermi innervosito quando è andato in svantaggio. Una dormita della difesa, perché erano cinque in maglia rossonera contro due in bianca. Poi, quello che ha appoggiato la palla in porta era isolato sul passaggio del compagno e al momento del tiro, era posizionato davanti al difensore.

Ma questo è un errore in una artita giocata bene. Sapete cosa voglio sottolineare? La reazione. C’è stata e si è visto. C’è più dimensione di squadra oggi rispetto al passato. I nuovi innesti hanno dato quello che mancava al gruppo: più sicurezza, gioco piacevole e, soprattutto, meno rallentato.

A questo proposito voglio citare il nuovo acquisto Leandro Greco. E’ molto bravo, probabilmente superiore a chi lo ha preceduto perché ha dimostrato più visione di gioco. A centrocampo si cerca di andare avanti, verso la porta avversaria, mentre qualche tempo fa spesso si andava indietro.

Una nota anche per il centravanti francese Duhamel. Ha giocato poco però è bello da vedere, ha stazza fisica e ha dato l’impressione di poter fare gol quando ha la palla. Questo procedimento di crescita deve e può continuare. Quando i nuovi conosceranno meglio i ragazzi della vecchia guardia la squadra avrà la possibilità di fare ottimi risultati. La velocità di esecuzione delle azioni è un elemento essenziale. Se il Foggia gioca in velocità mette sempre in difficoltà l’avversario. Quando l’ha fatto contro l’Avellino la differenza si è vista.

Per dirla in breve. Prima ero un po’ scettico sulle possibilità di salvezza e avevo paura che il Foggia potesse scivolare nuovamente giù. Oggi, al contrario, posso dire che a mio modo di vedere il Foggia farà un campionato tranquillo. Si salverà e non metto neanche in preventivo altre alternative. Ma non guardiamo avanti, anzi, continuiamo a guardare dietro. Distaccando chi segue automaticamente il Foggia si troverà in alto.

Di sicuro, però, nessuno regalerà niente ai rossoneri. Ci saranno partite difficili ad iniziare da quella contro il Palermo. Il Foggia ci arriva con uno spirito migliore rispetto al Palermo, forte delle due vittorie consecutive e di una squadra che si è ritrovata, consapevole di poter fare anche risultato al Barbera. Non parte sconfitto, nonostante la forza dell’avversario e un campo caldo con tifosi numerosi e passionali.

Ricordo le sfide negli anni Settanta. Nel mio primo anno in rossonero, nel 1967, riuscimmo a strappare un pareggio contro i rosanero, che avrebbero poi conquistato la promozione in massima serie. Uscimmo dal campo tra la disapprovazione del pubblico e qualche oggetto che pioveva dagli spalti, per poi uscire da una porta secondaria dopo aver attraversato il campo. Poi ricordo il gol di Grilli e altre partite molto combattute, al cospetto di avversari di grande importanza come Braida, Magherini, Majo, Silipo e tanti altri. Il Palermo era una società che in Serie B puntava sempre a salire in A. Con alcuni di questi calciatori che ho nominato siamo ancora adesso in contatto e ci sentiamo di frequente. Parliamo dei nostri tempi e di un calcio diverso.

Il vostro capitano
GIANNI PIRAZZINI

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti