IL BLOG DI COLLA - Foggia Calcio, ti spiego qual è l'unica cosa che conta... E Gerbo può dare di più se..." | Foggiasport24.com
Header ad

IL BLOG DI COLLA – Foggia Calcio, ti spiego qual è l’unica cosa che conta… E Gerbo può dare di più se…”

IL BLOG DI COLLA – Foggia Calcio, ti spiego qual è l’unica cosa che conta… E Gerbo può dare di più se…”

IL BLOG DI COLLA – Foggia Calcio, ti spiego qual è l’unica cosa che conta… E Gerbo può dare di più se…”

Ciao ragazzi.
Il mio primo commento è: alla grande!!! Contro il Carpi è arrivata la quarta vittoria di fila e una bella prestazione. Come ho ribadito più volte nel mio blog per Foggiasport24.com, i nuovi acquisti hanno fatto la differenza ed hanno permesso di crescere anche a chi c’era da inizio anno. Vedi la prestazione di Martinelli, sicuramente di grande spessore. Il Foggia Calcio gioca come prima del mercato, stessa filosofia, ma adesso è più squadra e si vede.

Si può sempre migliorare. Ecco perché voglio sottolineare alcuni aspetti. Gerbo è un calciatore fortissimo, perfetto per il ruolo di centrocampista centrale, lì dove ha giocato nell’ultimo spezzone di gara contro il Carpi, al posto di Deli. Quando gioca nel cuore della mediana mi sembra più bravo rispetto a quando ricopre il ruolo di esterno. Deli non è male, ma Gerbo potrebbe rendere ancora di più, perché è uno che va dentro, s’inserisce ed ha qualità per dare una mano all’attacco. Parliamo di un calciatore molto eclettico, capace di ricoprire più ruoli e quest’anno ne ha fatti davvero molti, dal terzino al centrocampista, passando per l’esterno, quasi sempre con un alto rendimento, fatta eccezione per alcune partite da terzino, dove ha sofferto quando gli avversari lo puntavano.

Visto che parlo dei singoli, entro nel dettaglio. Il tedesco tira di quelle botte che fanno tremare la porta. E il francese? Un toro! Ragazzi, un tipo come Duhamel vi posso assicurare che in attacco serve. E non sottovalutate Scaglia, perché si vede a occhio nudo la sua esperienza. Ha fatto per anni la categoria. In un Foggia che migliora non è da meno anche la difesa. Il portiere è più sicuro, mentre i difensori sono più cattivi. Le maggiori difficoltà ci sono state nella prima parte di gara con il Carpi, quando spesso costringevano il povero Martinelli ad impostare l’azione. Non è chiaramente il suo forte, perché lui è bravo a difendere, ma a parte qualche errore ha anche dato il via a diverse azioni. Compreso il gol di Mazzeo.

L’atmosfera di soddisfazione che vive Foggia è palpabile anche per me, tifoso costretto a seguire le partite in tv. Il mio invito è di rimanere tranquilli. C’è il Brescia e poi il Novara (ed io sarò in tribuna in qualità di ex di entrambe le squadre). Non facciamoci distrarre da obiettivi in questo momento poco concreti. L’unica cosa importante oggi è restare fuori dalla mischia per evitare la retrocessione. anzi, credo sia la cosa più logica. Più avanti in classifica ci sono squadre temprate all’obiettivo playoff. Poi la regola è sempre quella: non mollare mai e sempre a testa alta!

MAURO COLLA

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti