Addio a Bruno Pace, salvò il Foggia Calcio col sorriso dopo il disastro contro il Tricase | Foggiasport24.com
Header ad

Addio a Bruno Pace, salvò il Foggia Calcio col sorriso dopo il disastro contro il Tricase

Addio a Bruno Pace, salvò il Foggia Calcio col sorriso dopo il disastro contro il Tricase

Addio a Bruno Pace, salvò il Foggia Calcio col sorriso dopo il disastro contro il Tricase

Il ricordo di Foggiasport24.com per il tecnico Bruno Pace scomparso ieri nella sua Pescara…

Ieri si è spento Bruno Pace e più di una lacrima avrà rigato il volto dei tifosi del Foggia. In rossonero ha vissuto due sole stagioni, entrambe a metà. Era arrivato nel 2001, con i rossoneri i una situazione più che disperata. Una società allo sbando, una squadra composta da oltre quaranta calciatori e una classifica da far paura, con il rischio più che concreto della retrocessione in Serie D. In panchina si erano avvicendati Lorenzo Mancano e Ignazio Arcoleo, con risultati non all’altezza. Buona parte dell’ambiente sembrava rassegnato e cupo, ma non aveva fatto i conti con la disarmante ironia di Bruno Pace, chiamato da Vittorio Galigani in rossonero dopo averlo avuto qualche anno prima al Chieti. Il difficile compito di rasserenare l’ambiente, scosso da quel Foggia – Tricase 0-2 ricordato per il lancio di una bomba carta in campo dopo il gol del raddoppio di Umberto Del Core, all’epoca attaccante dei salentini. Una situazione raddrizzata con la terapia del sorriso e della semplicità. Una cena con i senatori per ricompattare l’ambiente e una serie di risultati che hanno rimesso in corsa per la salvezza la squadra. Il momento più difficile è stato il match con il Castrovillari, passato in vantaggio nel primo tempo davanti allo Zaccheria rimasto di ghiaccio. I playout a un passo. Poi la rimonta nei minuti finali grazie anche al gol vittoria di Carannante. Contro l’Acireale (0-1) la festa per la matematica salvezza. Bastava un pareggio ad entrambe ma fu partita dura, risolta da un gol del bomber Molino. La stagione successiva il Foggia partì per vincere il campionato, sempre con Pace in panchina, ma il giorno di capodanno del 2002 il tecnico venne esonerato e sostituito da Florimbj. Non fece in tempo a godersi i neoacquisti Del Core e De Zerbi. Chiusa quella esperienza, il legame con lo Zaccheria è rimasto intatto. I tifosi rossoneri hanno portato, e porteranno ancora per molto tempo nel cuore, il ricordo di quella salvezza, quando il sorriso e l’ironia di Pace ricompattarono un ambiente a brandelli e fecero di un’armata Brancaleone una vera squadra. Addio mister.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti