Foggia Calcio nuovo, entusiasmo nuovo, speranze vecchie. Il web impazzisce per Nember. E non finisce qui... | Foggiasport24.com

Foggia Calcio nuovo, entusiasmo nuovo, speranze vecchie. Il web impazzisce per Nember. E non finisce qui…

Foggia Calcio nuovo, entusiasmo nuovo, speranze vecchie. Il web impazzisce per Nember. E non finisce qui…

Foggia Calcio nuovo, entusiasmo nuovo, speranze vecchie. Il web impazzisce per Nember. E non finisce qui…

Cambiato. Stravolto. Rivoltato come un calzino. Sono passati solo 12 giorni di calciomercato e il Foggia ha già cambiato volto. Sei acquisti, sei. Tutti probabili titolari, se non certi (almeno con il passare del tempo). Tonucci (dal Bari) in difesa, Zambelli (svincolato ex Brescia) e Kragl (dal Crotone) sugli esterni di centrocampo, Greco (dal Bari) e Scaglia (dal Parma) mezzali e il francese Duhamel (ex Quevilly, League 2 transalpina) in attacco. Le altre rivali del campionato? Salve rare eccezioni, tutte ferme al palo.

ESPERIENZA E FISICITA’ – Il Foggia ha messo in atto la rivoluzione di gennaio. Il girone di andata ha palesato evidenti limiti e lacune. Colmabili solo attraverso un mercato attento, capace di inserire esperienza e qualità. E queste sono state le linee guida del d.s. Luca Nember, che ha subito portato in rossonero calciatori in grado di arricchire dal punto di vista numerico la rosa a disposizione del tecnico Giovanni Stroppa, ridotta all’osso nell’ultimo mese a causa di infortuni e squalifiche. Poi, di inserire quel tasso di fisicità ed esperienza necessario a reggere l’impatto con una categoria che il Foggia ha dimostrato nei fatti di non praticare da diciannove anni.

OTTIMISMO – E sembra di essere tornati indietro di sei mesi. Al post promozione, alle speranze del mercato estivo. Ai sogni liberi. La piazza ha ritrovato entusiasmo. Anzi, speranza. La speranza di potersi salvare in Serie B. E il web impazzisce. In un sondaggio pubblicato sulla pagina Facebook di Foggiasport24.com abbiamo chiesto se i tifosi fossero soddisfatti del mercato fin qui condotto. Un plebiscito. Il sì sta vincendo con il 96% dei voti. I ‘meme’, vignette simpatiche tipiche dei social, sono tutte dedicate a Nember. «Chiudetevi in casa – si legge in una con la foto del neo d.s.-, se vi trova potrebbe acquistare anche voi».

REALISMO – Evviva l’entusiasmo. Che bello averlo ritrovato. A patto e condizione che proceda di pari passo con la razionalità. Con la logica. Quella che impone al Foggia di puntare a scavalcare due rivali in classifica. Tanto basta per salvarsi. Ed è quello l’obiettivo fondamentale. Imprescindibile. Per raggiungerla bisognerà trovare subito la coesione del gruppo, una condizione fisica buona dopo un periodo di inattività (almeno per alcuni dei nuovi acquisti) e sincronismi per un undici che ha già oggi sei volti nuovi. E che a breve potrebbe averne altri. Non sarà facile.

OBIETTIVI – Il mercato non è finito qui. Il Foggia segue con insistenza un portiere. C’è Gabriel, quarto portiere del Milan dietro i fratelli Donnarumma e Storari. Ma dopo aver trovato l’accordo sul prestito con il club, bisogna trovare quello con il calciatore. Va colmata un’altra lacuna in difesa. Piacciono Arturo Calabresi (Spezia), per il quale si tratta con la Roma, proprietaria del cartellino e Tiago Casasola (proprietà Alessandria, ma anche lui scuola Roma), per il quale sarebbe stato proposto lo scambio con Calderini ma c’è il forte pressing della Salernitana. C’è anche l’esperto regista difensivo Dainelli (Chievo) ma l’operazione non è semplice. Entrambi sono under, quindi non soggetti alle regole delle liste chiuse. A centrocampo piacciono Cinelli (Cremonese ma proprietà del Chievo) e Del Pinto (Benevento). In attacco il sogno più che proibito è Meggiorini (Chievo).

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti