Foggia Calcio, Duhamel: "Voglio segnare tanti gol". Calabresi: "Qui per riprendermi l'U21". Fares: "Stroppa e Mazzeo non si muovono" | Foggiasport24.com
Header ad

Foggia Calcio, Duhamel: “Voglio segnare tanti gol”. Calabresi: “Qui per riprendermi l’U21”. Fares: “Stroppa e Mazzeo non si muovono”

Foggia Calcio, Duhamel: “Voglio segnare tanti gol”. Calabresi: “Qui per riprendermi l’U21”. Fares: “Stroppa e Mazzeo non si muovono”

E siamo a sette. Dopo Tonucci, Greco, Zambelli, Kragl e Scaglia, il Foggia questo pomeriggio ha presentato l’attaccante francese Duhamel e il centrale Calabresi, la cui ufficialità dell’ingaggio è arrivata qualche minuto prima della presentazione. Sette volti nuovi. Continua la rivoluzione di gennaio per il club rossonero, che insegue la salvezza in Serie B. Al tavolo, tra i nuovi acquisti, c’era il presidente Lucio Fares: «Si tratta di due elementi importanti che si vanno ad aggiungere a un organico competitivo». Entrambi hanno sottoscritto un contratto di sei mesi. Il francese Mathieu Duhamel arriva a titolo definitivo. Il centrale calabresi, invece, arriva in prestito secco dalla Roma.

CALABRESI – «Ma non ci sono problemi – dice il difensore -. Se le cose andranno bene ci siederemo per riparlarne. Ho trovato una piazza calorosa e la percezione di un allenatore che crede in me». Nel passato di Calabresi c’è un’esperienza poco felice allo Spezia. Nei primi sei mesi di questo campionato ha giocato solo due partite. «Non mi piace parlare del passato. E’ stata un’esperienza umanamente negativa ma penso che da queste cose si possa trarre vantaggio per il futuro». Già, il futuro. Calabresi è uno dei possibili nazionali Under 21 ed è a Foggia anche per provare a riprendersi il posto tra gli azzurrini: «Ho fatto la trafila delle nazionali e il mio biennio Under 21 si concluderà nel 2019, con l’Europeo. E’ un mio obiettivo, riprendermi quello che ho perso, forse inaspettatamente».

DUHAMEL – Discorso diverso per Mathieu Duhamel, che parla con l’aiuto di un interprete. «Dopo una carriera in Francia ho deciso di venire in Italia perché c’era un progetto che mi interessava. Il d.s. Nember mi aveva già seguito quando io ero al Caen e lui al Chievo Verona. Non ho mai visto la Serie B italiana, penso che sia molto tattica ma ho visto qualche filmato dei tifosi del Foggia su internet. Eccezionali. Non ho mai visto niente del genere. Non vedo l’ora di fare gol perché uno stadio del genere mette le ali». Intanto il presidente Lucio Fares ha commentato le voci che vorrebbero l’attaccante Fabio Mazzeo pressato dal Pisa: «Sapete tutti quanto Fabio sia importante per noi e per lo spogliatoio. E’ un punto fermo». Confermato anche il tecnico Giovanni Stroppa: «Di cambio non ne abbiamo mai parlato. Non è mai stato in discussione».

Fonte: Corrieredelmezzogiorno.it

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti