Cadetti a Terni, Gaia Carella sul podio e Marco Pellegrino si conferma | Foggiasport24.com

Cadetti a Terni, Gaia Carella sul podio e Marco Pellegrino si conferma

Cadetti a Terni, Gaia Carella sul podio e Marco Pellegrino si conferma

Ottimi riscontri per la scherma pugliese da Terni in una tre giorni che ha visto impegnati oltre 1300 atleti provenienti da tutt’Italia per la seconda prova nazionale di qualificazione Cadetti. Spicca il risultato di Gaia Pia Carella nella sciabola: l’atleta sanseverese, attualmente al Champ Napoli, è giunta terza in una gara che vedeva ai nastri di partenza ben 117 partecipanti; ha esordito in tabellone regolando 15-9 Sofia Albieri del Petrarca Padova, successivamente ha sconfitto 15-6 Gaia Iervasi della Fides Livorno, 15-5 Diletta Andaloro del Circolo Schermistico Mazarese e per 15-6 la foggiana della Virtus Bologna Federica Maria Scisciolo, sino alla semifinale ove veniva superata da Federica Pontini del Club Scherma Roma, impostasi per 15-9. Buono anche il settimo posto di Federica Maria Scisciolo; in gara anche Emanuela Caricchia, Chiara Crocetta e Nilde Specchio della Scherma Trani e Sara Maggio del Club Scherma San Severo. Nella sciabola maschile, che ha visto  in pedana 138 atleti, il miglior risultato è l’ottavo di Marco Domenico Pellegrino della Scherma Trani (bissando l’esito della prova foggiana): l’allievo della Maestra Ramona Cataleta ha superato Leonardo Iovenitti del Club Scherma Roma per 15-4, Stefano Diquattro del Club Scherma Torino per 15-13 e la testa di serie numero 2 del seeding Marco Abate del Champ Napoli per 15-12, ma nei quarti la sua corsa terminava con il temibile Lorenzo Ottaviani del Frascati Scherma, impostosi per 15-6; approdano agli ottavi Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo e Roberto Bonsanto del Circolo Schermistico Dauno, rispettivamente 14° e 16°; accede al tabellone principale, classificandosi al 31° posto, anche Ciro Buenza del Club Scherma San Severo che, unitamente ai precitati, disputeranno la Seconda prova Giovani e si sono già qualificati per la Finale di categoria, come la Carella e la Scisciolo; in pedana anche Francesco Daniel Mascolo, Alessandro Chieppa e Donato Carretta della Scherma Trani, Andrea D’Angelo, Filippo Liguori ed Andrea Guida del Club Scherma San Severo, Arnaldo Piserchia e Marco Mastrullo del Circolo Schermistico Dauno. Nella spada maschile, con oltre 380 iscritti, due pugliesi passano al tabellone principale: Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce, 19°, e Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi. 25°, che, nella gara più numerosa del week end umbro, hanno ambedue superato tre turni ad eliminazione diretta, ottenendo il pass per la prova Giovani e la Finale, prima di arrestarsi all’altezza dei sedicesimi di finale; altresì in gara Samuele Erriquez, Federico Alfonso Rodia e Mattia Sicoli delle Lame Azzurre Brindisi, Filippo Scialanga del Club Scherma Bari, Mattia Ghidotti del Club Scherma Lecce, Antonio Bottalico, Michele Pio Castrignano e Berardino Pio Giordano dell’Accademia Re Manfredi. Nella spada femminile sfiora l’ingresso al tabellone principale Chiara Maria Maestoso delle Lame Azzurre Brindisi: pur diciannovesima dopo la fase a gironi, si ferma nei trentaduesimi di finale unitamente ad Alice Rita Spagnolo e Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce; in gara anche Arianna Saracino, Chiara Maria Ingrosso e Michela Piombino delle Lame Azzurre Brindisi, Myriam Lucrezia Lecito ed Alessandra Fumarola del Club Scherma Taranto, Letizia Orlando e Ludovica Montinaro del Club Scherma Lecce e Saba Maiorano del Club Scherma Bari. Nel fioretto infine c’erano Ludovica Di Mola ed Eliana Nappi del Circolo Schermistico Dauno, nonché Francesco Fiore del Club Scherma Bari e Marco Virgilio del Circolo Schermistico Dauno. A tutti il plauso della Dirigenza pugliese in vista di sempre migliori soddisfazioni.

SCHERMA PUGLIA

Biografia Autore

Potrebbero interessarti