IL BLOG DI PIRAZZINI: “Foggia Calcio, ora convinciti che non devi soffrire. Puoi salvarti perché…”

IL BLOG DI PIRAZZINI: “Foggia Calcio, ora convinciti che non devi soffrire. Puoi salvarti perché…”

IL BLOG DI PIRAZZINI: “Foggia Calcio, ora convinciti che non devi soffrire. Puoi salvarti perché…”

Ciao amici tifosi del nostro Foggia Calcio,

vi scrivo a poche ore dalla partita contro la Virtus Entella, che arriva dopo la sconfitta interna contro il Pescara (0-1). Una partita, quella contro la formazione allenata da Zeman, che ha evidenziato note positive e negative. La condizione atletica di molti calciatori non era buona e credo sia stato evidente, ma i nuovi acquisti son di valore. Greco è bravo tecnicamente ma deve trovare ancora la gamba. Zambelli l’ho visto giù fisicamente ma si vede che ha qualità. Kragl è bravo, anche se non sono d’accordo sulla scelta di far battere a lui, esterno sinistro, i calci d’angolo da destra. Per il mio modo di intendere il calcio, preferirei lasciarlo sul secondo palo, come possibilità per colpire dal limite dell’area. Tonucci fa legna, ci voleva un tipo tosto. Dà sicurezza. Poi l’errore in difesa c’è stato ugualmente ma nel complesso ho visto miglioramenti. Per tagliare corto. Il salto di qualità è stato fatto ma bisogna adesso risolvere il problema della condizione. E tra questi da rimettere in sesto fisicamente c’è anche Mazzeo, reduce da un lungo infortunio e in ombra contro il Pescara.

Adesso aspettiamo il francese Duhamel con la speranza che faccia la differenza in attacco e che magari riesca a buttare dentro un pallone su tre azioni. Già perché questo è stato uno dei problemi contro l’undici del boemo. Il Foggia poteva segnare tre gol e non l’ha fatto. Loro hanno creato due occasioni e hanno segnato un gol. Il secondo palo colpito da Nicastro, poi, era un rigore in movimento. Ma mettiamoci alle spalle questi errori e guardiamo con fiducia al futuro.

Sì, sono fiducioso sulla salvezza. Con questi nuovi innesti la squadra è più consistente ma il ritmo non si trova in quindici giorni. Nelle prossime quattro partite bisogna limitare i danni. Quando tutti saranno al massimo sono convinto che non ci saranno problemi di salvezza. Ma occhio, se va male anche sabato contro l’Entella… loro si allontanano in classifica. Sarà uno scontro diretto. Ma il Foggia non deve pensarci e tenere alta la concentrazione solo su sé stesso. Un punto a Chiavari va bene, muoverebbe la classifica, ma con i punti serve la convinzione che la salvezza è possibile da parte dei giocatori, anche perché in zona retrocessione-playout il Foggia staziona da inizio campionato, fatta eccezione per due settimane in cui è riuscito ad agganciare la zona tranquillità. E’ chiaro che per chi giudica da fuori tutto è facile e che giocare in queste condizioni non è semplice, ma l’esperienza dei nuovi servirà parecchio. Il Foggia deve convincersi che non è una squadra che deve soffrire. Poi, come dico sempre, noi siamo il Foggia!!!

Il vostro capitano

GIANNI PIRAZZINI

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti