Header ad

IL BLOG DI COLLA – “Foggia Calcio, ricordo i duelli con Novellino. Il Gol di Kragl come il mio alla Lazio? Meglio”

IL BLOG DI COLLA – “Foggia Calcio, ricordo i duelli con Novellino. Il Gol di Kragl come il mio alla Lazio? Meglio”

IL BLOG DI COLLA – “Foggia Calcio, ricordo i duelli con Novellino. Il Gol di Kragl come il mio alla Lazio? Meglio”

Vittoria! Ciao ragazzi e ben ritrovati con il mio blog su Foggiasport24.com! E’ un piacere parlare con voi che siete stati miei tifosi per tanti anni. Vittoria, dicevamo. Che bello. Il Foggia ha vinto lo scontro diretto con l’Entella. Ma non solo, ha anche per larghi tratti dominato la partita, giocando bene. Peccato solo per i minuti finali, in cui è venuto fuori un po’ di braccino del tennista e per poco non riportava a galla l’avversario. Così come dico che la prima parte di gara è stata ottima, così sottolineo come l’ultimo quarto d’ora non mi è piaciuto. Il Foggia ha perso le operazioni del gioco, ha perso il possesso palla ed è arretrato troppo. Come se non bastasse c’è stato il solito errore difensivo che ha causato il gol dell’Entella. E per poco non ci scappava anche l’incredibile pareggio. Per fortuna l’ultima azione si è stampata sull’incrocio dei pali.

Non si poteva pareggiare questa partita. Il Foggia ha giocato quasi da solo ed è stata la stessa squadra di Stroppa a rimettere in gioco gli avversari. Forse è subentrata la paura di vincere. Lo capisco. Sei lì, guardi il cronometro, mancano quindici minuti per portare a casa una vittoria importantissima e non vedi l’ora che il tempo passi. Ma non lamentiamoci, perché la vittoria c’è stata ed è andata bene. Il merito? Anche e soprattutto dei nuovi acquisti ed indirettamente del ds Luca Nember. Hanno aumentato la consistenza della squadra. Greco è una certezza. Non perde mai palla, è tecnico. Si vede che ha giocato in Serie A. Non è uno qualsiasi. Tonucci è esperto e non è male, anzi.

Poi c’è Kragl. Questo ragazzo è un jolly. E’ bravo. Bravo per davvero. Ha una notevole personalità, corre sulla fascia, va in profondità, tira… Ha segnato anche un gol straordinario. Qualcuno mi ha detto che potrebbe essere paragonato al mio contro la Lazio. No, non può, perché io sbagliai a tirare, era un cross che finì all’incrocio dei pali (o no? 🙂 ). Il tedesco ha puntato la porta senza alcuna ombra di dubbio. Ma non sottovalutate anche la bellezza del secondo gol. Gli avversari non hanno neanche visto l’azione: bel cross di Kragl e tocco di Mazzeo. Ecco, lui, Mazzeo, è un punto fermo della squadra. Fa giocare i compagni e vede la porta. Ha già segnato nove gol ed è stato bloccato da un infortunio che probabilmente il Foggia ha un po’ pagato.

Ma archiviamo subito l’Entella. Arriva l’Avellino allo Zaccheria e credo che sia ora di tornare a vincere tra le mura amiche. Una sola vittoria è un bottino magrissimo per una squadra che ha sempre fatto del suo stadio un fortino. Ricordo che ai miei tempi, negli anni settanta, gli anni d’oro, era triste per qualsiasi avversario giocare allo Zaccheria. Come si torna alla vittoria? Risposta facile, attuazione difficile. Bisogna evitare qualsiasi errore. Guardate il match contro il Pescara.: il Foggia gioca, gioca, gioca, non segna e alla prima azione il Pescara passa e vince la partita.

Poi ricordo i match contro l’Avellino quando indossavo la maglia rossonera. Erano sempre combattutissimi. E non dimentico i duelli con Valter Novellino quando giocava nel Milan. Era il mio avversario diretto, quello che dovevo marcare. Un brutto cliente, era veloce, tecnico, rognoso da affrontare, proprio come è adesso da allenatore.  Era cattivo. Ma anche io lo ero il necessario, sempre nei limiti del regolamento. Nella mia carriera non sono mai stato espulso. Forza Foggia.

Mauro Colla

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti