Header ad

Foggia calcio, il rammarico di Stroppa: “Dispiace aver tenuto così il campo e non aver portato via nulla”

Foggia calcio, il rammarico di Stroppa: “Dispiace aver tenuto così il campo e non aver portato via nulla”

Uno Stroppa rammaricato arriva in sala stampa per commentare il ko con il Frosinone: “Mi spiace perché per 95 minuti la squadra ha lavorato bene e mi dispiace aver preso due gol praticamente uguali: nel primo sono contati i centimetri di Ciofani, nel secondo abbiamo sbagliato nel fare la diagonale. È un peccato tenere il campo così contro una squadra così forte e non portare a casa nulla. È un rodimento di tutto, se mi passate l’espressione, per quanto fatto e per quanto speso. Per due episodi uguali andiamo a casa senza niente”.

Parlando dell’avversario, il tecnico rossonero ha detto: “Il Frosinone ha queste caratteristiche: non concede nulla, è furbo, ha l’esperienza per non concedere palle dubbie. Credo però che noi abbiamo risposto bene. Tanto di cappello ai miei giocatori per aver giocato in questa maniera. Peccato non girare a 25 punti, che sarebbe stata un’impresa con tutte le vicissitudini che sappiamo. Bisogna quindi fare i complimenti ai giocatori”.

Sul mercato che sta per partire, questo il pensiero di Stroppa: “Spero che ci sia la possibilità di prendere gente di esperienza. Le partite si possono vincere anche in maniera sporca e giocatori di esperienza possono dare autostima e consapevolezza sul fatto che si sta facendo qualcosa di buono. Ciò che abbiamo lasciato per strada per quanto fatto vedere è – passatemi il termine – sanguinoso. Aver giocato così ed aver solo 22 punti è “devastante”. Se c’è possibilità di prendere gente di esperienza è meglio”.

Sarà il 3-5-2 il sistema su cui si baserà il mercato? “Il sistema di gioco”, questa la risposta del mister, “non cambia la nostra identità. Sia a Salerno che stasera siamo stati armonici, non statici. Oggi anche la lettura della partita è stata ottima. Stavamo portando a casa una partita stradominata. Non sono affezionato ai numeri, io spero solo di mettere i giocatori giusti in quel momento al posto giusto. Nell’ultimo periodo avevamo scelte obbligate, oggi spiace per l’assenza di Gerbo perché ci poteva dare ancora continuità. Fedato peraltro ha fatto benissimo, tranne nel caso del secondo gol quando non ha fatto la diagonale ma era comunque presente. Lui è uno che ha nelle gambe anche questo ruolo”.

Il programma dei rossoneri prevede che la squadra si ritrovi il 7 gennaio pomeriggio: poi ci saranno 7 giorni di ritiro.

Si comincerà con la squadra già al completo? “Il mercato di gennaio non è semplice: sarebbe bello iniziare subito con gli innesti se ce ne saranno. Ma solo il tempo ci dirà se è possibile. Alcune idee di mercato sono chiare, altre situazioni sono in fase di stallo. La nostra volontà è comunque quella di prendere giocatori in caso di cessioni”.

Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti