Foggia Calcio-Avellino 4-1, la Primavera fa poker | Foggiasport24.com

Foggia Calcio-Avellino 4-1, la Primavera fa poker

Foggia Calcio-Avellino 4-1, la Primavera fa poker

Foggia Calcio-Avellino 4-1, la Primavera fa poker

Un poker per chiudere bene il girone d’andata. Al “Madrepietra Stadium” di Apricena (FG), il Foggia Primavera batte 4-1 l’Avellino nel match valido per la 13^giornata del campionato Primavera 2 Tim 2017/18, tornando al successo prima della sosta invernale.

Mister Gaetano Pavone conferma il 4-3-3, ritrovando Sarri tra i pali, con Cascione, De Filippo, Pertosa e Vallario a comporre il pacchetto arretrato; si rivede Muscatiello in mediana, affiancato da Vallario ed Amabile, mentre il tridente offensivo è formato da Antonelli e Lauriola a sostegno di Sorgente. Il Foggia parte forte e trova il vantaggio dopo 12’ di gioco: lancio lungo per Lauriola, che entra in area, supera un difensore e calcia, trovando la respinta di Pozzi, direttamente sui piedi di Sorgente, che può insaccare in rete. Gli ospiti faticano a farsi vedere dalle parti di Sarri, la prima conclusione arriva al 20’ ad opera di Ato, ma termina sul fondo. Alla mezz’ora grande discesa di Cascione sulla destra, palla al centro per Muscatiello, che incredibilmente spara alto da posizione ravvicinata. Al 38’ arriva l’inaspettato pari dell’Avellino: Ato recupera palla sulla trequarti rossonera e serve Mentana, che con un gran tiro dalla distanza fulmina Sarri. La reazione dei padroni di casa è veemente e porta al nuovo vantaggio ad un giro di lancette dall’intervallo, quando Sorgente si avventa su una punizione calciata da Vallario, trovando la respinta di Pozzi sui piedi di De Filippo, che appoggia in rete. Si va a riposo sul 2-1.

Nella ripresa il Foggia impiega 5’ per chiudere la pratica. Al 47’ azione confusa in area irpina, Pozzi salva per ben due volte sulle conclusioni di Sorgente ed Amabile, poi arriva Lauriola, che riesce a superare l’estremo difensore, siglando il 3-1. Il poker arriva 3’ più tardi: bella azione personale di Amabile che, dalla sinistra, serve il liberissimo Sorgente, il quale può trafiggere ancora Pozzi, siglando anche la propria doppietta personale. La seconda parte della ripresa vede i padroni di casa gestire e provare ad allungare il risultato. Al 65’ ci prova ancora De Filippo, Pozzi si rifugia in corner. Qualche istante più tardi tocca a Lauriola ricevere un bell’assist di Antonelli, ma Pozzi in uscita riesce a chiudere sulla debole conclusione dell’attaccante. Al 73’ è ancora Lauriola ad avere una grande occasione, ma la sfera, calciata in diagonale dalla destra, impatta sul palo, e sulla ribattuta termina sul fondo. Non accade più nulla, senza recupero arriva il triplice fischio: il Foggia batte 4-1 l’Avellino, torna a vincere dopo due sconfitte consecutive e chiude il girone d’andata a quota 16 punti. Ora i ragazzi di mister Pavone sono attesi da un mese di sosta: si riprende il 19 gennaio, in trasferta con l’Ascoli Picchio.

TABELLINO

FOGGIA: (4-3-3) Sarri; Cascione, De Filippo, Pertosa, Caruso; Vallario, Muscatiello (dal 62’ De Cristofaro), Amabile (dall’80’ Amatulli); Lauriola (dal 76’ Francioso), Antonelli, Sorgente. A disp.: Lanzetta, Rizzi, Visani, Rubino, Rizzelli, Schena, Sprecacè. All.: Pavone.

AVELLINO: (4-3-3) Pozzi; Marciano, Karas, Rota, Carbonelli; D’Apice (dal 74’ Buonocore), Paolella, Chianese; Solazzo, Ato, Mentana (dal 46’ Greco). A disp.: Malaspina, Del Giudice, Frattolillo, Dari, Siciliano, Barzaghi. All.: Tudisco.

Arbitro: sig. Ivan Robilotta di Sala Consilina. Assistenti arbitrali: Montagnani di Salerno e Caso di Nocera Inferiore.

MARCATORI: 12’ e 47’ Sorgente (F), 38’ Mentana (A), 44’ De Filippo (F), 50’ Lauriola (F).

AMMONITI: Mentana (A). – ANGOLI: 8-6 per l’Avellino. – RECUPERI: 2’ p.t.; 0’ s.t.

Area Comunicazione Foggia Calcio

Un poker per chiudere bene il girone d’andata. Al “Madrepietra Stadium” di Apricena (FG), il Foggia Primavera batte 4-1 l’Avellino nel match valido per la 13^giornata del campionato Primavera 2 Tim 2017/18, tornando al successo prima della sosta invernale.

Mister Gaetano Pavone conferma il 4-3-3, ritrovando Sarri tra i pali, con Cascione, De Filippo, Pertosa e Vallario a comporre il pacchetto arretrato; si rivede Muscatiello in mediana, affiancato da Vallario ed Amabile, mentre il tridente offensivo è formato da Antonelli e Lauriola a sostegno di Sorgente. Il Foggia parte forte e trova il vantaggio dopo 12’ di gioco: lancio lungo per Lauriola, che entra in area, supera un difensore e calcia, trovando la respinta di Pozzi, direttamente sui piedi di Sorgente, che può insaccare in rete. Gli ospiti faticano a farsi vedere dalle parti di Sarri, la prima conclusione arriva al 20’ ad opera di Ato, ma termina sul fondo. Alla mezz’ora grande discesa di Cascione sulla destra, palla al centro per Muscatiello, che incredibilmente spara alto da posizione ravvicinata. Al 38’ arriva l’inaspettato pari dell’Avellino: Ato recupera palla sulla trequarti rossonera e serve Mentana, che con un gran tiro dalla distanza fulmina Sarri. La reazione dei padroni di casa è veemente e porta al nuovo vantaggio ad un giro di lancette dall’intervallo, quando Sorgente si avventa su una punizione calciata da Vallario, trovando la respinta di Pozzi sui piedi di De Filippo, che appoggia in rete. Si va a riposo sul 2-1.

Nella ripresa il Foggia impiega 5’ per chiudere la pratica. Al 47’ azione confusa in area irpina, Pozzi salva per ben due volte sulle conclusioni di Sorgente ed Amabile, poi arriva Lauriola, che riesce a superare l’estremo difensore, siglando il 3-1. Il poker arriva 3’ più tardi: bella azione personale di Amabile che, dalla sinistra, serve il liberissimo Sorgente, il quale può trafiggere ancora Pozzi, siglando anche la propria doppietta personale. La seconda parte della ripresa vede i padroni di casa gestire e provare ad allungare il risultato. Al 65’ ci prova ancora De Filippo, Pozzi si rifugia in corner. Qualche istante più tardi tocca a Lauriola ricevere un bell’assist di Antonelli, ma Pozzi in uscita riesce a chiudere sulla debole conclusione dell’attaccante. Al 73’ è ancora Lauriola ad avere una grande occasione, ma la sfera, calciata in diagonale dalla destra, impatta sul palo, e sulla ribattuta termina sul fondo. Non accade più nulla, senza recupero arriva il triplice fischio: il Foggia batte 4-1 l’Avellino, torna a vincere dopo due sconfitte consecutive e chiude il girone d’andata a quota 16 punti. Ora i ragazzi di mister Pavone sono attesi da un mese di sosta: si riprende il 19 gennaio, in trasferta con l’Ascoli Picchio.

TABELLINO

FOGGIA: (4-3-3) Sarri; Cascione, De Filippo, Pertosa, Caruso; Vallario, Muscatiello (dal 62’ De Cristofaro), Amabile (dall’80’ Amatulli); Lauriola (dal 76’ Francioso), Antonelli, Sorgente. A disp.: Lanzetta, Rizzi, Visani, Rubino, Rizzelli, Schena, Sprecacè. All.: Pavone.

AVELLINO: (4-3-3) Pozzi; Marciano, Karas, Rota, Carbonelli; D’Apice (dal 74’ Buonocore), Paolella, Chianese; Solazzo, Ato, Mentana (dal 46’ Greco). A disp.: Malaspina, Del Giudice, Frattolillo, Dari, Siciliano, Barzaghi. All.: Tudisco.

Arbitro: sig. Ivan Robilotta di Sala Consilina. Assistenti arbitrali: Montagnani di Salerno e Caso di Nocera Inferiore.

MARCATORI: 12’ e 47’ Sorgente (F), 38’ Mentana (A), 44’ De Filippo (F), 50’ Lauriola (F).

AMMONITI: Mentana (A). – ANGOLI: 8-6 per l’Avellino. – RECUPERI: 2’ p.t.; 0’ s.t.

Area Comunicazione Foggia Calcio

Biografia Autore

Potrebbero interessarti