Foggia calcio, l’ex Fedato sul derby: “Se giochiamo con l’atteggiamento giusto possiamo metterli in difficoltà”

Foggia calcio, l’ex Fedato sul derby: “Se giochiamo con l’atteggiamento giusto possiamo metterli in difficoltà”


Settimana di derby e uno degli ex della partita, Francesco Fedato, è intervenuto in sala stampa per rispondere alle domande dei cronisti. Prima di parlare del Bari, però, l’esterno rossonero ha dedicato una battuta al match con la Ternana, un incontro condizionato da un approccio difficile: “In avvio abbiamo fatto molti sbagli a livello tecnico, poi abbiamo preso gol nei primi minuti e tutto è stato più difficile dal punto di vista psicologico”.

Ma l’argomento d’attualità è ovviamente lo scontro del San Nicola (domenica ore 12,30) contro i biancorossi primi in classifica. Un confronto speciale per il Foggia e per Fedato: “Per il Foggia sarà una partita importante, sono contento che sia arrivata ora perché c’è grande voglia di riscatto dopo il pari con la Ternana, una gara che volevamo vincere. Il derby è l’occasione giusta per rifarsi. Sono molto felice poi che ci saranno i nostri tifosi. Anche per me sarà importante: io mi sento pienamente del Foggia ma ho iniziato la mia carriera con il Bari e devo ringraziarlo. Quando sono arrivato là, ero uno sconosciuto, poi ci sono stati alcuni infortuni e ho sfruttato le opportunità, facendo mi sembra 9 gol. Dopo sono stato venduto. Ringrazio comunque l’ambiente e chi era in società. L’anno scorso sono tornato, ma poi la società a gennaio ha fatto una campagna acquisti importante e io avevo bisogno di giocare e così sono andato al Carpi. So che c’è rivalità tra le due tifoserie ma io ora mi sento pienamente un giocatore del Foggia. Certo, sento la partita ma devo restare tranquillo. Se segno esulto proprio perché – come ho detto – mi sento pienamente del Foggia e non c’è problema ad esultare”.

Che incontro sarà il derby? Questa l’opinione di Fedato su match e avversario: “Sappiamo l’importanza del confronto, dobbiamo essere carichi ma allo stesso tempo non caricare troppo la partita. Dobbiamo mettere in campo quello che sappiamo, senza paura, consapevoli della nostra forza e cercare di vincere. Sappiamo che se dovessimo vincere ci darebbe una forza importante. Del resto con i due punti persi con il Cesena o con la Ternana saremmo nei playoff. Occorre essere tranquilli e consapevoli della nostra forza. Io ho girato un po’ di squadre e posso dire che noi giochiamo davvero un gran calcio ed è con il gioco che possiamo raggiungere i risultati. Sia noi che loro giochiamo bene, loro sono una squadra offensiva, tosta, ma la differenza è sottile. Il Bari è una squadra esperta, non troppo giovane ma con grande esperienza. Se però andiamo in campo con l’atteggiamento giusto possiamo metterli in difficoltà”.

Sul suo percorso personale, Fedato si è così espresso: “Sto facendo un percorso di crescita con il mister, sono contento, anche se a livello di gol potevo farne qualcuno in più. Certo, l’obiettivo di tutti i giocatori è sempre quello di partire tra i titolari, ma tutti siamo importanti, anche chi entra dalla panchina. Io mi faccio trovare pronto per dare il mio contributo. Siamo comunque contenti perché a livello difensivo, a partire dall’attacco, siamo più concentrati e quindi prendiamo meno gol. Per caratteristiche, il posto dove mi esprimo meglio è a sinistra ma sto imparando a giocare anche a destra, o come prima punta. Davanti siamo bravi, tutti abbiamo segnato, il mister ha l’imbarazzo della scelta e chi non parte dall’inizio deve dare il meglio quando entra. Tutti vorrebbero essere schierati dal primo minuti ma il mister ha molta scelta e occorre farsi trovare pronti”.

A margine della conferenza, è stato comunicato dall’addetto stampa della società che Enrico Guarna ha subito una botta al ginocchio in allenamento e che le sue condizioni saranno valutate da oggi a sabato dallo staff medico e tecnico. Dunque si valuterà nelle prossime 48 ore la possibilità di recuperarlo per domenica”.



Biografia Autore

Gianpaolo Limardi

Giornalista romano "trapiantato" a Foggia. Ha seguito la Lazio come inviato, radiocronista e commentatore per Radio Flash Roma. Da anni si occupa di serie B e Lega Pro; ha maturato una conoscenza specifica del calcio sudamericano, in particolare di quello brasiliano di cui è grande estimatore, oltre che appassionato. E del quale sente una costante "Saudade".

Potrebbero interessarti