SERIE D. Il derby sorride alla Diamond. Il Cus va ko (86-62)

SERIE D. Il derby sorride alla Diamond. Il Cus va ko (86-62)


Foggia, 26 novembre 2017.  Come da pronostico, la Diamond si aggiudica il derby foggiano prevalendo sul Cus (86-62). Ma, diversamente da quanto possa far pensare lo scarto finale (+24), la gara è stata molto equilibrata e combattuta. La Diamond l’ha fatta propria soltanto nell’ultimo quarto. I padroni di casa così inanellano il secondo successo consecutivo e mantengono inalterata la distanza con le prime della classe e dovranno cercare di recuperare il terreno perduto  nell’immediato prosieguo di torneo, dove li attendono due scontri diretti, entrambi in campo avverso: a Molfetta (sponda Dai Optical) e a Bari col Cus. Due match nei quali i ragazzi di coach Vigilante non potranno permettersi ulteriori passi falsi. In caso contrario, potrebbero dire anzitempo addio alla qualificazione playoff. Intanto capitan Chiappinelli e compagni hanno regolato il Cus nel derby. E si sa quanto sia non facile prevalere in gare del genere. Anche quando il risultato finale può apparire scontato. Nell’occasione la Diamond ha lottato e sofferto per trequarti di gara, fino a quando i cussini hanno perso smalto e lucidità. Alla distanza è emersa la miglior caratura tecnica della Diamond e per loro non c’è stato niente da fare. Ma va dato merito al Cus per aver interpretato la gara nel modo giusto ed aver impaurito gli avversari per circa 30’. Tornando al match, va detto che i primi due quarti sono stati molto equilibrati. Già nel primo, punto a punto, il Cus è riuscito a rintuzzare ogni tentativo della Diamond di scavare l’iniziale importante divario. Alvisi, Chiappinelli e Ciccone si dimostravano più abili dalla lunga distanza e poco incisivi dal di qua della linea dei 6,75. Al contrario, il Cus rispondeva colpo su colpo con Russo e soprattutto con l’implacabile Lioce (4/4 da 2). Le tre triple consecutive non bastavano a scrollarsi di dosso i tosti contendenti e al suono della prima sirena il distacco a favore della Diamond era piuttosto risicato (21-18). La musica cambiava parzialmente nei secondi 10’. I primi 3’ erano da incubo per il Cus. Ciccone (ancora da 3 e alla fine risulterà il top scorer del match con 23 punti), Aliberti, Zupkauskas e Alvisi mettevano a segno un 9-0 che staccava il Cus a -12. Per metà quarto Ciccone (10 p.) menava le danze. Nel finale però il Cus dalle sette vite, risorgeva. Lo 0-10 firmato da Dell’Aquila, Lioce, Matella e Pierluigi Carrillo consentiva addirittura il sorpasso (40-41). Poi era Padalino, sul filo di lana, a infilare la tripla del controsorpasso (43-41). Al rientro negli spogliatoi, con la gara in forte equilibrio, coach Vigilante avrà catechizzato i suoi ragazzi. E alla ripresa del gioco s’è vista una Diamond più determinata. Aliberti, finalmente, si faceva valere sotto canestro anche in chiave offensiva Alvisi, Ciccone, Padalino e Zupkauskas realizzavano  punti pesanti. Al termine del terzo periodo, il Cus riusciva a mantenersi a sole 7 lunghezze (63-56) grazie alle tre triple consecutive di Pascal Carrillo, Dell’Aquila e Rizzi. Nell’ultimo decisivo quarto non c’era più storia. Il Cus pagava dazio dal punto di vista atletico e tecnico e veniva fuori la maggior classe ed esperienza dei cestisti in casacca nero arancione. In soli 5’ i padroni di casa infliggevano un sonoro 14-0 (Aliberti 8 p.) che sostanzialmente metteva la parola fine sull’esito del match. Solo 6 erano i punti realizzati dal Cus nei 10’ finali grazie alla freddezza di Andrea Dell’Aquila, infallibile cecchino nel tiro da 3. Negli ultimi 2’ conclusivi, con la vittoria saldamente in pugno, coach Vigilante concedeva la scena e la soddisfazione agli under di figurare attivamente nel referto di gara e chiudere con un eloquente +24 (86-62). Forse un po’ penalizzante per gli ospiti. Da sottolineare la prova dello stoico Walter Alvisi che, nonostante un evidente taglio rimediato in un casuale scontro di gioco, tornava regolarmente in campo per dar man forte ai compagni. Bravo Walter !

Diamond Foggia – Cus Foggia  86 – 62  (21-18; 43-41; 63-56)

Diamond Foggia: L. Di Tullio 2 (0/2 da 3; 0/2 da 2; 2/2 t.l.); G. Chiappinelli 10 (1/4 da 3; 0/7 da 2; 7/8 t.l.); D. Zupkauskas 13 (1/4 da 3; 5/6 da 2; 0/4 t.l.); L. Monteleone; S. Gramazio; E. Padalino 6 (1/1 da 3; 3/4 t.l.); G. Aliberti 15 (0/2 da 3; 5/10 da 2; 5/5 t.l.); R. Ciccone 23 (4/5 da 3; 4/9 da 2; 3/4 t.l.); A. Ferramosca 2 (2/2 t.l.); W. Alvisi 15 (2/7 da 3; 3/9 da 2; 3/4 t.l.). Coach: C. Vigilante.

Cus Foggia: V. Di Paola; A. Sciusco; P. Matella 6 (2/2 da 2; 2/2 t.l.); St. De Letteriis 4 (0/3 da 3; 1/5 da 2; 2/2 t.l.); E. Lioce 10 (0/1 da 3; 5/5 da 2); A. Dell’Aquila 11 (3/4 da 3; 1/1 da 2); S. Russo 12 (1/1 da 3; 3/4 da 2; 3/3 t.l.); D. Rizzi 7 (1/6 da 3; 2/6 da 2); Pa. Carrillo 5 (1/2 da 3; 1/3 da 2; 0/2 t.l.); Pi. Carrillo 7 (0/1 da 3; 2/8 da 2; 3/3 t.l.). Coach: D. Lamacchia.

Arbitri: Vittorio Gaballo di Gioia del Colle (Ba)  e Franco Flavio Lastella di Mola di Bari (Ba).

Note: 5 falli: Russo, Lioce.

8^ giornata del Campionato di Serie D, Girone “A”. I risultati:

Pavimaro Molfetta 86 : 53 New Juve Basket Trani
Diamond Foggia 86 : 62 Cus Foggia
Fortitudo Basket Trani 63 : 61 Dai Optical Molfetta
Nuova Cestistica Barletta 95 : 50 Virtus Bitonto
Cus Bari 59 : 40 Ginnastica Angiulli Bari

La classifica del Campionato di Serie D, Girone “A”, dopo l’VIII giornata:

№ Team Points
1 Fortitudo Basket Trani 14
2 Nuova Cestistica Barletta 14
3 Cus Bari 10
4 Dai Optical Molfetta 10
5 New Juve Basket Trani 10
6 Pavimaro Molfetta 8
7 Diamond Foggia 8
8 Ginnastica Angiulli Bari 4
9 Cus Foggia 2
10 Virtus Bitonto 0

ASD DIAMOND FOGGIA BASKET

Biografia Autore

Potrebbero interessarti