Manfredonia, far dimettere Chiarella è stato un male

Manfredonia, far dimettere Chiarella è stato un male


Nella giornata di ieri il Manfredonia, in trasferta al Viviani di Potenza, ha subito una pesante umiliazione, una delle peggiori della propria storia: infatti i lucani hanno umiliato i biancazzurri per 7-0. I sipontini, ormai allo sbando, dopo quattro partite si trovano all’ultimo posto. Zero punti, un solo gol fatto e ben tredici subiti: numeri da paura.

L’origine di tutti i mali è chiaramente una crisi societaria che si protrae da lungo tempo e che sole poche settimane fa ha costretto Walter Chiarella alle dimissioni: l’ex calciatore di Foggia Catanzaro (oltreché proprio del Manfredonia) ha guidato la formazione adriatica durante il pre-campionato. “La dignità non ha prezzo, Walter eroe cittadino” scrivono i tifosi manfredoniani a proposito dell’ex allenatore Chiarella, obbligato alle dimissioni a causa di questa particolare situazione.

Nessun calciatore vuole venire a Manfredonia, come annunciato qualche giorno fa dal nuovo tecnico sipontino Giovanni Baratto: a pagare sono soltanto i tifosi, che ieri si sono esibiti sugli spalti con un ironico trenino.

IL TABELLINO

Potenza-Manfredonia 7-0

Reti: 12’ rig. França, 20’ Siclari, 30’ Siclari, 33’ aut. Granatiero, 60′ França, 63′ Diop, 70′ Berardino.

Potenza (3-4-1-2): Breza; Biancola, Bertolo, Di Somma; Guaita, Esposito, Diop (57′ Schisciano), Panico; Pepe (57′ Berardino); Franca, Siclari. Panchina: Mazzoleni, Sicignano, Coccia, Guadalupi, Di Senso, Russo, Manno. All. Ragno.

Manfredonia (4-5-1): Simone; Granatiero, Russo, Esposito, Mannarino; Imbriani (83′ Falco), Armiento (51′ Quitadamo), Joof, Poziello (67′ Cicerelli), Romano (88′ Amendola); Trotta (67′ Martino). Panchina: Bagnara, Rinaldi, Mazzeo, Lombardi. All. Baratto.

Arbitro: Nicola Di Giovanni di Caserta. Assistenti: Gennaro Russo di Napoli e Michele D’Ambrosio di Torre Annunziata.

fonte: tuttocalciopuglia



Biografia Autore

Potrebbero interessarti