Header ad
160×600 empty

Inizio duro. Il finale di più. L’analisi del Calendario del Foggia Calcio in Serie B

Inizio duro. Il finale di più. L’analisi del Calendario del Foggia Calcio in Serie B


Inizio duro. Il finale di più. L’analisi del Calendario del Foggia Calcio in Serie B

Un inizio amarcord con il Pescara di Zeman, mentore di Stroppa durante Zemanlandia e allenatore per sette stagioni dei rossoneri. Poi una serie di partite insidiose, con il doppio passaggio in pochi giorni (c’è turno infrasettimanale) contro Novara ed Empoli, due delle più attrezzate al salto. Nella seconda parte le difficoltà diminuiscono per poi diventare altissime nel finale. La chiusura a Frosinone, indiziata numero uno per la vittoria del campionato, segue di poco le difficili partite contro Bari, Venezia e Salernitana. Questa è l’estrema sintesi del calendario del Foggia Calcio stilato questa sera nel Castello Svevo di Bari. Analizziamo le partite dividendo le 21 partite del girone di andata (e di conseguenza anche del ritorno) in cinque segmenti.

Dalla 1a alla 5a giornata
Difficoltà ****

Si inizia a Pescara, in casa di una delle squadre retrocesse dalla Serie A. Match di grande prestigio per il blasone dei club e per gli interpreti sulle panchine. Da un lato Zeman, allenatore del Pescara ma per sette stagioni alla guida dei rossoneri. Dall’altra Stroppa, ex allenatore degli abruzzesi in Serie A e ex allievo del boemo proprio durante Zemanlandia. La gara interna contro la Virtus Entella e quella al Partenio contro l’Avellino hanno l’incognita delle squadre tutte da scoprire, ma potrebbero essere di difficoltà leggermente inferiore rispetto all’esordio. Brivido alla quarta con la partita contro il Palermo (amarcord del 4 giugno 1989). Il mini ciclo si chiude con la trasferta in Emilia contro il Carpi che riparte con qualche ambizione in meno rispetto alla passata stagione, ma anche con brio e imprevedibilità.

Dalla 6a alla 10a giornata
Difficoltà ****

Le gare da segnare sono quelle tra la settima e l’ottava. In meno di una settimana si giocherà allo Zaccheria contro il Novara e ad Empoli. Due gare contro squadre attrezzate per puntare al salto. Da scoprire il Brescia di Boscaglia, il Perugia di Giunti e il Cesena di Camplone, comunque squadre esperte della categoria.

Dalla 11a alla 15a giornata
Difficoltà ***

Il neopromosso Parma è l’osso duro del terzo segmento. Il club emiliano ha le carte per giocarsi chance importanti nei quartieri alti del campionato. Da non sottovalutare la Pro Vercelli di Grassadonia (allenatore che il Foggia ha sofferto in più di una occasione). C’è anche la Ternana che riparte con la spinta e le ambizioni dell’Università Unicusano, oltre ai match contro Cremonese e Ascoli.

Dalla 16a alla 21a giornata
Difficoltà *****

Il sale è sulla coda. Il finale recita nell’ordine i match da brivido contro Bari (andata il 25 novembre, ritorno il 21 aprile), Venezia, Salernitana e Frosinone. Se il derby è una partita che si commenta da sola, le altre sono gare contro squadre che lotteranno per le parti nobili della classifica. Soprattutto il Frosinone, allestito per la promozione diretta. Chiudere al nuovo Matusa significa chiudere col brivido.



Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti