Inzaghi: “L’affetto mi riempie d’orgoglio. Ho fatto ciò che sentivo di fare per Angelo”

Inzaghi: “L’affetto mi riempie d’orgoglio. Ho fatto ciò che sentivo di fare per Angelo”


Inzaghi: “L’affetto mi riempie d’orgoglio. Ho fatto ciò che sentivo di fare per Angelo”

A pochi giorni dall’inizio del campionato di Serie B, Pippo Inzaghi racconta la sua visita a Foggia per conoscere il tifoso Angelo Riccio.

Una famiglia votata al calcio quella di Pippo Inzaghi, oggi allenatore del Venezia e fratello di Simone Inzaghi. Dopo una lunga carriera da calciatore, con la casacca della Juventus e del Milan, si appresta ad esordire nel campionato di Serie B sulla panchina del Venezia, squadra che ha guidato l’anno scorso verso la promozione. Inzaghi, oltre ad essere bravo con il pallone, si è distinto anche come uomo con gesti di solidarietà, uno di questi ha visto protagonista un ragazzo foggiano Angelo Riccio, affetto da neuro bromatosi che sognava di conoscerlo. In uno stralcio dell’intervista al Corriere dello Sport, Pippo rivive con emozione quel gesto: “Non ho fatto nulla di eccezionale, ma ciò che sentivo di fare per Angelo. L’affetto della gente mi riempie d’orgoglio. Il 9 agosto, quando ho compiuto gli anni, sono stato subissato di auguri da ogni dove. Il Milan e la Juve me li hanno fatti addirittura sui loro siti ufficiali. Quando dai tutto per la maglia che indossi, la gente non ti dimentica più. E ti vuol bene davvero”.

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android



Biografia Autore

Potrebbero interessarti