Foggia Calcio – Stroppa: “Conferma è attestato di stima”. Sannella: “Non saremo comparse in B”. Mercato, la situazione di Deli e Agazzi

Foggia Calcio – Stroppa: “Conferma è attestato di stima”. Sannella: “Non saremo comparse in B”.  Mercato, la situazione di Deli e Agazzi


Foggia Calcio – Stroppa: “Conferma è attestato di stima”. Sannella: “Non saremo comparse in B”.  Mercato, la situazione di Deli e Agazzi

Il Foggia Calcio conferma il tecnico Giovanni Stroppa. Ecco le parole del tecnico e della società rossonera

Il matrimonio tra il Foggia Calcio e Giovanni Stroppa prosegue nel solco della fiducia. Dopo la brillante stagione culminata con la promozione in Serie B, il club punta a costruire qualcosa di importante attorno al tecnico di Mulazzano, facendogli sottoscrivere un accordo biennale con opzione per il terzo anno. «Credo che questo contratto sia un attestato di stima e considerazione per il lavoro svolto – dice Stroppa soddisfatto -. La firma mi dà la possibilità di proseguire nella scia di quanto fatto e programmato quest’anno». Stessa soddisfazione l’esprime il patron Fedele Sannella: «Quando l’anno scorso ci siamo seduti al tavolo per la firma del contratto (era Ferragosto nda) ci siamo detti: vediamo che succede e decidiamo in un secondo momento il futuro. Ebbene abbiamo vinto e raggiunto i nostri obiettivi. Adesso programmiamo la Serie B, dove non saremo delle comparse. Allestiremo sicuramente una buona squadra».

OBIETTIVI – Sugli obiettivi il tecnico è più cauto: «Cerchiamo di raggiungere la salvezza, magari il prima possibile. Il mio unico obiettivo è mantenere la categoria. Ovviamente questa squadra sarà rafforzata non solo dal punto di vista qualitativo ma soprattutto numerico, per affrontare un campionato lungo e complesso come quello di Serie B. Ma il lavoro inizia da una base eccezionale. Cercheremo di ingaggiare calciatori in grado di farci fare il salto di qualità ma che abbiano anche qualità umane importanti. Lo scorso mercato di gennaio ci siamo riusciti».

DOPPIO SALTO – Molti in città guardano alle cavalcate delle neopromosse Spal e Benevento. La prima ha vinto il campionato ed è già stata promossa in A; la seconda si giocherà nei prossimi giorni la promozione nella finale playoff contro il Carpi. Il tecnico frena i facili entusiasmi: «Non vorrei che per i tifosi il doppio salto diventasse una cosa scontata o automatica. Per fortuna, o sfortuna, c’è il campo che emette i suoi verdetti. E anche se questo Foggia ha fatto cose irripetibili non significa che l’anno prossimo vinceremo il campionato. Benevento e Spal non devono essere fumo negli occhi dei tifosi. Pensiamo innanzitutto alla salvezza». Si sbottona un po’ di più il patron Fedele Sannella: «Partiamo per salvarci, ma se a gennaio saremo in corsa per qualcosa di importante non ci tireremo indietro. Ma restiamo con i piedi per terra. Sarebbe presuntuoso pensare subito alla Serie A. In fondo anche l’anno dei playoff persi ci è servito a maturare e a disputare una stagione come questa appena conclusa».

MERCATO – Intanto si inizia a muovere qualcosa sul mercato. Si partirà dai casi Deli e Agazzi. Il primo è in prestito dalla Paganese e sarà riscattato dal club rossonero nelle prossime ore. L’accordo ormai è vicino. Per quanto riguarda Agazzi, l’Atalanta eserciterà il diritto di controriscatto ma il Foggia proverà ad ottenere il prolungamento del prestito. Intanto rientrano Floriano (Carrarese), Lodesani (Melfi), Lauriola (Manfredonia), Sansone (Manfredonia), Letizia (Cosenza) e Narciso (Teramo). Il primo potrebbe essere valutato dal tecnico in ritiro.

FONTE: Corriere del Mezzogiorno



Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti