Cala il sipario sul Gran Premio Giovanissimi 2017: bilancio lusinghiero per la Puglia

Cala il sipario sul Gran Premio Giovanissimi 2017: bilancio lusinghiero per la Puglia


È calato il sipario sulla 54ma edizione del Gran Premio Giovanissimi ed il bilancio per la scherma pugliese è assolutamente lusinghiero con due titoli italiani (le conferme nella sciabola per Davide Cicchetti del Circolo Schermistico Dauno fra i Giovanissimi ed Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo tra gli Allievi), un secondo posto con Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce nella spada Allieve ed un terzo posto con Gaia Carafa del Club Scherma San Severo nella sciabola Bambine. Inoltre, vi sono stati ben sette piazzamenti  negli otto, di cui quattro nella sciabola (con Nicola Pio Guascito del Circolo Schermistico Dauno nella categoria Ragazzi, Andrea Guida del Club Scherma San Severo tra gli Allievi, Martina Giancola del Club Scherma San Severo ed Aleida Didonato della Scherma Trani nelle Giovanissime), due nella spada (Michele Pio Castrignano dell’Accademia Re Manfredi tra gli Allievi e Chiara Panzera del Club Scherma Lecce per le Giovanissime) ed uno nel fioretto con Ilaria Olivieri dell’Accademia Re Manfredi nella categoria Bambine. In totale fa 11 atleti andati a premio in questa edizione: è il risultato migliore degli ultimi otto anni per la scherma pugliese! Il bilancio si completa con altri 7 atleti (sei di sciabola ed uno di spada) approdati agli ottavi ed altri 10 ai sedicesimi per un totale di 28 presenze pugliesi nei tabelloni finali. Se il Club Scherma San Severo ha prevalso con due medaglie, sono otto le Società che hanno portato almeno un atleta nel main draw: più rappresentato il Circolo Schermistico Dauno con 8 schermidori, davanti al Club Scherma San Severo con 7, Scherma Trani con 5, Club Scherma Lecce, Accademia Re Manfredi e Lame Azzurre Brindisi con 2, Accademia Scherma Lecce e Club Scherma Bari con uno a testa.

Nella classifica per arma domina come da tradizione la sciabola con due vittorie, un terzo posto, quattro piazzamenti negli ottavi e 5 nei sedicesimi per un totale di 18 approdi nei tabelloni finali; 6 le presenze nei tabelloni di spada, nobilitati da un secondo posto, due piazzamenti nei quarti, uno negli ottavi e due nei sedicesimi; per il fioretto spicca il quarto di finale nella categoria Bambine fra le quattro presenze complessive in tabellone. Nel medagliere per regioni la Puglia è sesta davanti ad Emilia Romagna, Liguria, Friuli, Sicilia, Campania, Umbria, Lombardia ed Abruzzo; nella classifica generale si è imposto il Lazio davanti a Toscana, Piemonte, Veneto e Marche, un soffio sulla nostra regione. Siamo stati istituzionalmente presenti sulle pedane di Riccione, nelle persone di Matteo Starace (chiamato a premiare in più occasioni), del Vice Presidente Roberto Lippolis e dei Consiglieri Antonio Tanzi ed Emanuella Maffione. A tutti coloro che hanno portato in alto il vessillo della scherma pugliese va il caloroso plauso del Presidente Matteo Starace e dei Consiglieri, orgogliosi di coordinare laboriose e fattive società impegnate nelle tre armi e sempre in crescita.

SCHERMA PUGLIA



Biografia Autore

Potrebbero interessarti