Header ad
160×600 empty

La dolce Pasqua del Foggia Calcio, pronto a tornare “stella del Sud”

La dolce Pasqua del Foggia Calcio, pronto a tornare “stella del Sud”


La dolce Pasqua del Foggia Calcio, pronto a tornare stella del Sud

La città torna a scoprirsi bella, come un bambino che corre con un pallone, indossando la maglia a strisce rossonere. E non ha fretta di vincere perché vuole gustarsi il momento in cui verrà scritta la storia. Ecco gli auguri particolari di Foggiasport24.com

Un punto. Manca solo un punto alla matematica promozione in Serie B. Oppure, se preferite, mancano solo sette giorni. Questione di tempo: quello che divide i rossoneri dalla gara di Fondi, il probabile ‘B-day’; quello che si protrae a causa di un Lecce che non molla di un passo e riesce a pareggiare in dieci uomini a Matera. Ma proprio il Lecce, protagonista di uno splendido campionato, è la misura di quanto fatto dal Foggia Calcio in questa stagione.

Parlano i record. Dieci vittorie consecutive, come mai prima. 80 punti dopo 35 giornate, come mai prima. Sei vittorie consecutive nelle prime sei giornate di campionato, come nel 1953-1954. Solo 3 sconfitte (ad oggi), come nella stagione 1947-1948 in Serie C (ma all’epoca si giocavano solo 26 partite). Vetta della classifica marcatori con Mazzeo e vetta del campionato più difficile del calcio professionistico (1 promozione su 20 squadre) con la Serie B lì ad un passo.

Bella. Bella come la città che si riscopre innamorata di se stessa, bella come la gente felice allo stadio e per le strade, come i balconi imbandierati, come i bambini che giocano per strada indossando la maglia a strisce rossonere, preferita a quella dei grandi club di Serie A. Bella come un desiderio proibito, per definizione inarrivabile, ma oggi vicinissimo ad essere realtà. Ecco perché Foggia non ha fretta.

In fondo, dopo diciannove lunghi anni di attesa, l’inferno della C2 e l’onta della Serie D, una settimana d’attesa è poco meno di una goccia nel mare immenso del tempo, ma anche e soprattutto perché c’è la consapevolezza di vivere un momento irripetibile, non solo perché sarà difficile rivivere una stagione con questi numeri, ma anche e soprattutto perché c’è una squadra che sta scrivendo una nuova pagina della gloriosa storia del Foggia Calcio.

Stroppa si siede al tavolo dei grandi tecnici che hanno vinto un campionato (primo posto) in rossonero: Fini, Cargnelli, Migliorini, Benincasa, Costagliola, Pugliese, Zeman e Marino. Foggia e il Foggia tornano a sedersi al tavolo dei grandi del calcio ed ha voglia di rivivere i fasti del suo glorioso passato, quando “la stella del Sud” brillava forte e luminosa nel firmamento del calcio italiano.

Buona Pasqua da Foggiasport24.com



Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti