Header ad
160×600 empty

Foggia Calcio, Mazzeo mostra il suo repertorio di movimenti. Che stacco Loiacono!

Foggia Calcio, Mazzeo mostra il suo repertorio di movimenti. Che stacco Loiacono!


Foggia Calcio, Mazzeo mostra il suo repertorio di movimenti. Che stacco Loiacono!

Il nuovo numero del blog tatticamente. Sotto la lente d’ingrandimento del tecnico Sciarappa la gara tra il Foggia Calcio e la Reggina.

Mazzeo e Loiacono. Gli uomini simbolo, probabilmente, di questo Foggia Calcio. Sono loro i protagonisti del nuovo blog “tatticamente”, perché sono loro a confezionare le due cose più belle della gara contro la Reggina. Il repertorio è quasi completo. Movimenti senza palla, sostegno al portatore di palla, attacco degli spazi, tempi di stacco perfetti e intelligenza. Andiamo ad analizzare le situazioni più rilevanti nel dettaglio.

SITUAZIONE 1 – GOL
L’azione parte da calcio d’angolo. Loiacono sale in area per saltare, Mazzeo, invece, si apposta sul secondo palo. La sfera viene liberata dalla difesa ma è proprio Mazzeo a recuperarla e a rimetterla al centro per Loiacono che, invece di rimanere fermo in area si allontana dai marcatori, arretrando di qualche metro, per poi avere maggiore libertà nello stacco di testa e per non dare riferimenti ai marcatori. Un movimento vincente, aiutato da un’elevazione importante, che ha permesso di sopravanzare le torri della Reggina. Sarebbe stato fortemente simbolico questo gol qualora fosse valso la promozione. Già perché avrebbe premiato i due uomini in più di questo Foggia. In particolare Loiacono, in campo il 19 agosto del 2012 a Termoli, quando iniziò dai dilettanti la risalita del Foggia Calcio.

1

SITUAZIONE 2 – TRIDENTE AL POTERE
In questa azione del secondo tempo, tutti i componenti del tridente toccano almeno una volta il pallone, in un’azione alla mano stile rugby. Imposta Maza nel settore di sinistra, scarico per Mazzeo che, spalle alla porta, potrebbe chiudere il triangolo con l’ala spagnola, ma complice uno stop non perfetto e una serrata marcatura della difesa (chiusasi a riccio su di lui), opta per l’apertura sulla destra per Sarno, bravo ad appostarsi sulla linea del fuorigioco e a sorprendere alle spalle il marcatore diretto (errata postura del corpo ed errato posizionamento rispetto ai compagni). L’azione terminerà con un tiro a lato dello stesso Sarno.

2

3

4

SITUAZIONE 3 – I MOVIMENTI DI MAZZEO
Mazzeo è l’uomo più importante del tridente rossonero. La chiave è nei suoi movimenti. Mai banali e sempre diversi. Nella situazione “2” abbiamo visto l’attaccante venire incontro al portatore di palla per offrire scambio o per ricevere lo scarico. Questa volta Mazzeo, con uno splendido contro-movimento, finta di fermarsi e sterza velocemente verso sinistra, accelerando il passo. Il movimento trae in inganno i tre centrali, presi di sorpresa alle spalle. Un applauso va fatto anche a Maza che serve il compagno con un filtrante preciso. L’azione si chiuderà con un tiro sull’esterno della rete.

5



Biografia Autore

Alessandro Giovanni Sciarappa

Tecnico in possesso del patentino UEFA B. Nella sua carriera ha collaborato con Focus Foggia Calcio a 11, Virtus Academy, Sporting Team, Artemisium Sant'Agata, Sporting Accadia, Sporting Scampitella ed attualmente è tecnico dell'Antonio Spirito Monteverde in Seconda Categoria (girone D) campana.

Potrebbero interessarti