Coppa Italia Giovani e Cadetti, quattro pugliesi ai piedi del podio

Coppa Italia Giovani e Cadetti, quattro pugliesi ai piedi del podio


Con un pizzico di fortuna gli atleti pugliesi potevano salire sul podio di Adria in occasione della Coppa Italia Cadetti e Giovani: ben quattro di essi, infatti, sono caduti nei quarti di finale, i primi due nella sciabola Cadetti: Ciro Buenza del Club Scherma San Severo ha chiuso al quinto posto e Marco Domenico Pellegrino della Scherma Trani all’ottavo. Buenza, in virtù di un’ottima prima fase, è stato esentato dal primo turno della diretta poi ha sconfitto 15-12 Enrico Bertinetto (Club Scherma Torino) e 15-10 Salvatore Iodice (Champ Napoli) ma gli ha negato l’accesso alle semifinali Marco Abate (Posillipo Napoli) per 15-10; Pellegrino invece aveva messo in riga Edoardo Bertocchini della Fides Livorno per 15-12, Francesco Valentini del Club Scherma Roma sempre per 15-12 e Leonardo Longo (Panaro Modena) all’ultima stoccata ma nei quarti ha ceduto per 15-14 a Raffaele Del Sal (Gemina Scherma). Il terzo atleta pugliese presente in questa gara era Elia Di Brisco del Club Scherma San Severo.

Nella sciabola femminile Under 20 quinta Francesca Pasquadibisceglie della Scherma Trani: seconda dopo la fase a gruppi, è entrata in tabellone direttamente dagli ottavi regolando 15-10 Rosaria Borza del Club Scherma Salerno ma nei quarti ha lasciato il passo per 15-13 a Nicoletta La Bianca del Circolo Schermistico Mazarese. Nel fioretto maschile Under 17 sesto posto per Gabriele Cangelosi, schermisticamente cresciuto a Foggia ed ora tesserato per il Club Scherma Roma: ha battuto in sequenza Edoardo Pedretti (Club Scherma Leonessa) 15-4, Filippo Quagliotto (Club Scherma Montebelluna) 15-12 e Riccardo Trinx (Club Scherma Torino) ancora per 15-12, punteggio che però gli è stato fatale nei quarti con Leonardo Pieralisi (Club Scherma Jesi); nella stessa gara ha centrato l’accesso al tabellone principale anche Matteo Patrone del Club Scherma Carloalberto Lotti, 19°. Più indietro i due atleti del Circolo Schermistico Dauno Marco Virgilio ed Antonio Cagnazzo ed i tre del Club Scherma Bari Francesco Fiore, Marcello Bari e Roberto Ronzulli. Altri cinque pugliesi si sono fermati agli ottavi di finale, due nella spada femminile Under 20 (entrambe delle Lame Azzurre Brindisi): Miriana Morciano, decima, e Mariella Gigliola, tredicesima. Entra in tabellone anche Luisa Di Ciaula del Club Scherma Lecce, 29ma, mentre restano escluse Eleonora Chiruzzi del Club Scherma Taranto e la pugliese al Giardino Milano Luna Maggio. Altri due invece sono approdati agli ottavi di spada Cadetti: Samuele Erriquez delle Lame Azzurre Brindisi (11°) e Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce (12°). Nella stessa prova sono scesi in pedana anche Federico Alfonso Rodia delle Lame Azzurre Brindisi, Tommaso Stanca del Club Scherma Lecce, Filippo Scialanga e Gianluca Petruzzelli del Club Scherma Bari. Nono posto per lo spadista delle Lame Azzurre Brindisi Antonio Salatino tra i Giovani; era presente anche Oleg Orlando del Club Scherma Lecce. Completano il quadro dei partecipanti pugliesi nella categoria Cadetti le fiorettiste Ludovica Di Mola, Zoe Marinaro, Elisa Anna Lombardo e Asia Maria Sanguedolce (tutte del Circolo Schermistico Dauno), le spadiste Maria Chiara Ingrosso, Arianna Saracino (entrambe Lame Azzurre Brindisi) e Saba Maiorano (Club Scherma Bari) e le sciabolatrici Ester Morlino e Federica Giurato del Circolo Schermistico Dauno e Chiara Crocetta della Scherma Trani. Nella categoria Under 20 era in gara anche il fiorettista di origini foggiane Aristide Ferrante, ora in forza al Club Scherma Salerno.

Hanno centrato l’obiettivo della partecipazione al Campionato Italiano di categoria Ciro Buenza, Marco Domenico Pellegrino, Francesca Pasquadibisceglie, Gabriele Cangelosi, Miriana Morciano, Mariella Gigliola, Samuele Erriquez, Giorgio Lombardi ed Antonio Salatino. A tutti un grosso plauso, con riguardo particolare ai nove qualificati per Cagliari!

SCHERMA PUGLIA



Biografia Autore

Potrebbero interessarti