Header ad
160×600 empty

Inarrestabile. Il Foggia Calcio infila l’ottava vittoria di fila a Catanzaro. Ora occhi al Lecce

Inarrestabile. Il Foggia Calcio infila l’ottava vittoria di fila a Catanzaro. Ora occhi al Lecce


Il Foggia Calcio supera 1-2 il Catanzaro al Ceravolo e consolida la vetta. Questa sera il vantaggio sarà sicuramente di sei lunghezze sul Lecce ma potrebbe anche aumentare…

Ottava vittoria consecutiva. Vetta consolidata con possibilità di ulteriore allungo, in attesa del match di questa sera tra la rivale Lecce e la Juve Stabia. Il Foggia Calcio Catanzaro e ipoteca il salto in Serie B. Già, perché questa sera il vantaggio nella peggiore delle ipotesi sarà di sei lunghezze (con lo scontro diretto a favore) a sole cinque giornate dal termine del campionato. Al Ceravolo finisce 1-2 al termine di una gara a tratti soporifera e rivitalizzata nei venti minuti finali anche dai cambi dei due tecnici.

PRIMO TEMPO – Dalle prime battute si capisce subito che la partita sarà avara di azioni ed emozioni. Parte meglio il Catanzaro che prova a insidiare il Foggia con pressing alto e corsa. Dopo due minuti i padroni di casa si rendono pericolosi con una punizione di Giovinco che il panzer Sarao incorna di poco a lato. Poi il Foggia, sceso in campo con un corposo turnover, comincia a conquistare campo e palleggio e al 13′ va anche in gol con Mazzeo, ma l’arbitro annulla per posizione di fuorigioco. L’attaccante appoggia in rete di testa un pallone deviato da Coletti su angolo di Sarno. Tutto qui. Due azioni e niente più nell’arco di tutto il primo tempo, fatta eccezione per un tiro di Mazzeo dal limite, murato da un difensore e un colpo di testa scoordinato di Sirri, lasciato colpevolmente solo in area dalla difesa rossonera su punizione di Giovinco.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa la partita non cambia. Al 55′ una verticalizzazione del Catanzaro porta al tiro Giovinco, bravo a girare col destro da posizione defilata, ma il portiere è attento e para in due tempi. Un sussulto prima che la gara ritorni soporifera. I due tecnici provano a cambiare qualcosa per rompere l’equilibrio in campo. Erra inserisce Cunzi per dare brio all’attacco. Stroppa risponde con Di Piazza e Deli al posto di Maza (poco brillante) e Agnelli.

FINALE DA BRIVIDI – Finalmente la partita si rivitalizza. Al 73′ Mazzeo serve un filtrante “no-look” per Di Piazza che dal limite dell’area calcia col destro altissimo. Il centravanti si rifà al 77′ quando in tandem con Chiricò (entrambi subentrati nella ripresa) confezionano il vantaggio. L’ala riceve palla a destra e si accentra per crossare di sinistro sul secondo palo dove Di Piazza ha il tempo di prendere la mira e incornare. Poi il secondo gol: verticalizzazione di Gerbo e Mazzeo che fulmina il portiere in uscita. Partita finita. No, c’è il ritorno del Catanzaro. Azione sulla sinistra di Maita che si accentra per poi calciare col destro nell’angolino basso della porta rossonera. I minuti finali diventano una battaglia. Ma il Foggia tiene botta e rischia anche di triplicare al 93′, quando Chiricò prova il sinistro a giro finisce sul palo interno. Al fischio finale è festa grande per i 200 sostenitori giunti a Catanzaro, in attesa che stasera il Lecce, unica rivale per la vittoria finale, giochi la sua partita

CATANZARO – FOGGIA 1-2
MARCATORI – 77′ Di Piazza (F), 80′ Mazzeo (F), 83′ Maita (C)

CATANZARO (4-4-2) – De Lucia; Esposito, Prestia, Sirri, Patti; Mancosu (62′ Cunzi, 79′ Basrak), Maita, Van Ransbeeck (76′ Carcione), Icardi; Giovinco, Sarao. A disp: Svedkauskas, Pasqualoni, Gomez, Leone, Sabato, Campagna, Bensaja, Cedric, Imperiale. All. Erra
FOGGIA (4-3-3) – Guarna; Loiacono, Figliomeni, Coletti, Rubin; Gerbo, Vacca, Agnelli (64′ Deli); Sainz-Maza (60′ Di Piazza), Mazzeo, Sarno (75′ Chiricò). A disp: De Almeida, Empereur, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Sanchez, Martino, Faber. All. Stroppa
ARBITRO – Pillitteri di Palermo. Assistenti: Sangiorgio-D’Annibale
AMMONITI – 5′ Sarao (C), 26′ Figliomenti (F), 68′ Patti (C), 74′ Loiacono (F), 80′ Icardi (C)
ESPULSI
ANGOLI – 0-5
RECUPERO
NOTE



Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti