35. giornata – Il Lecce a Matera, derby-salvezza a Taranto

35. giornata – Il Lecce a Matera, derby-salvezza a Taranto


AKRAGAS-CASERTANA sabato 15 aprile, ore 14:30
Allo stadio “Esseneto” di Agrigento i padroni di casa cercano la salvezza, gli ospiti la qualificazione playoff. L’Akragas sarà privo dello squalificato Palmiero, mentre nella Casertana mancheranno Orlando e Giorno, che avevano ben figurato nel match perso contro il Foggia domenica scorsa. 

ANDRIA-FONDI sabato 15 aprile, ore 14:30
Sfida determinante in chiave playoff quella tra Andria e Fondi. I pugliesi (out Croce per squalifica) sono tornati alla vittoria nell’ultimo turno contro la Virtus Francavilla, mentre ai laziali la vittoria manca da ben 9 partite. Pesanti potrebbero essere, per gli ospiti, le assenze di Squillace e Signorini. 

FOGGIA-REGGINA sabato 15 aprile, ore 14:30
Allo “Zaccheria” si sfidano due fra le compagini più blasonate dell’intero girone. Affascinante lo scontro in panchina fra Giovanni Stroppa e Karel Zeman, figlio del suo maestro Zdenek. Gli ospiti sembrano essersi tirati fuori dalla zona playout, il Foggia potrebbe essere matematicamente promosso in caso di vittoria e contemporanea sconfitta del Lecce a Matera. Per conoscere meglio gli amaranto vi rimando al blog di Gianpaolo Limardi. 

CARRETTA
Mirko Carretta, match-winner del Matera a Castellammare

MATERA-LECCE sabato 15 aprile, ore 14:30
Quello di Matera è indubbiamente il big-match di giornata. I padroni di casa vogliono chiudere in crescendo il campionato in vista dei playoff, gli ospiti cercheranno di rimandare di un altro turno la festa dei “cugini” foggiani. 

MESSINA-MELFI sabato 15 aprile, ore 14:30
Il Messina, seppur privo dello squalificato De Vito, appare favorito contro il Melfi, ultimo in classifica, a cui la vittoria manca da 4 giornate. I siciliani sono reduci da 3 risultati utili consecutivi (5 punti negli ultimi 3 match), mentre la compagine lucana non potrà essere guidata da mister Diana, lasciato a casa dal Giudice Sportivo.

PAGANESE-VIBONESE sabato 15 aprile, ore 14:30
La Paganese (4 vittorie nelle ultime 5 partite, ha perso solo a Foggia) ha bisogno di punti per guadagnarsi l’accesso ai playoff, la Vibonese deve invece allungare su Melfi e Taranto, allontanando l’incubo della retrocessione diretta. Anche gli ospiti sono in serie positiva: nessuna sconfitta nelle ultime 6 giornate, un buon viatico per una squadra che punta alla salvezza. 

TARANTO-MONOPOLI sabato 15 aprile, ore 14:30
Il derby pugliese, unica sfida di giornata fra corregionali, è anche il derby della disperazione. Il Taranto, seppur con una partita da recuperare, è ora penultimo (alle sue spalle solo il Melfi) e nelle ultime 6 partite ha raccolto solo 2 punti. Il Monopoli continua a non vincere nel 2017 ed è precipitato in zona playout.

VIRTUS FRANCAVILLA-JUVE STABIA sabato 15 aprile, ore 14:30
Continua il “momento no” della Virtus che, dopo lo scivolone interno (0-2) contro l’Andria, affronterà – nuovamente fra le mura amiche – la Juve Stabia, a sua volta delusa dalla sconfitta allo scadere contro il Matera. Mancheranno per squalifica Abate (Francavilla), Liviero e Matute (Juve Stabia). 

sottil
Andrea Sottil, allenatore del Siracusa, ancora una volta sarà assente per squalifica

CATANZARO-SIRACUSA sabato 15 aprile, ore 16:30
L’unica partita delle 16:30 si disputa a Catanzaro fra i padroni di casa, appena sconfitti nel derby con la Reggina, e il Siracusa, autentica rivelazione del campionato, che ha appena agganciato la Juve Stabia al quarto posto in classifica. Il Catanzaro sarà privo di De Lucia e Mirko Esposito, il Siracusa non potrà schierare Valente.

CATANIA-COSENZA sabato 15 aprile, ore 18:30
La giornata si chiude con il match del “Massimino”. Da una parte il Catania cercherà di dare continuità ai risultati raccolti nelle ultime 2 partite (finalmente 4 punti dopo le 5 sconfitte consecutive). Dall’altra il Cosenza, reduce da un’inopinata sconfitta interna contro il Siracusa, proverà ad ottenere i punti che le mancano per la matematica qualificazione ai playoff.



Biografia Autore

Ruggiero Alborea

Nato a Foggia nel 1983, laureato al Politecnico di Bari, segue il calcio sin da piccolo. Cresciuto con il mito del Foggia di Zeman e la passione per il giornalismo ereditata dal nonno Giovanni Spinelli, storico cronista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Ama raccontare le storie del calcio perché, in fondo, quelli non sono solo 22 uomini in mutande che corrono dietro ad un pallone. Collaboratore del “Giornale di Sicilia” e “Sestarete”, è nella squadra di Foggiasport24 dal 2013.

Potrebbero interessarti