Giulio Gaetani sul podio della seconda prova nazionale Giovani

Giulio Gaetani sul podio della seconda prova nazionale Giovani


Nella Seconda Prova Nazionale Giovani è salito sul podio lo spadista pugliese Giulio Gaetani, tesserato per l’Accademia Marchesa di Torino: esentato dal primo turno della diretta, ha messo in fila l’emiliano Luca Abbiani (Koala Scherma) per 15-8, Simone Greco della Schermistica Lughese per 15-12, Riccardo Masarin (Bentegodi Verona) per 15-10, Lorenz Lauria (Club Scherma Bolzano) per 15-11 e Giacomo Corrado (Club Scherma Partenopeo) per 15-14; in semifinale ha ceduto all’ultima stoccata con Federico Vismara, vincitore della gara. Nei quarti Vismara era stato fatale, per 15-11, anche a Vito Capuano del Club Scherma Bari che nei turni precedenti aveva eliminato Marco Filippini (Club Scherma Roma) per 15-11, Franco Simonato (Accademia Scherma Palermo) per 15-13, Mattia Magni (Piccolo Teatro Milano) per 15-11, Francesco Curatolo (Pettorelli Piacenza) per 15-14 e Marco Malaguti (Bernardi Ferrara) per 15-6: per Capuano comunque un ottimo 8° posto. Erano in gara anche Federico Alfonso Rodia, Antonio Salatino, Samuele Erriquez e Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi, Giorgio Lombardi, Corrado Verdesca ed Oleg Orlando del Club Scherma Lecce e l’altro spadista del Club Scherma Bari Filippo Scialanga.

Il miglior piazzamento nella sciabola maschile è del virtussino Federico Maria Scisciolo, giunto ottavo; buona prova anche per Raffaele Minischetti del Club Scherma San Severo: superati Marco Elio Morone del Club Scherma Napoli per 15-11 e Damiano Rosati del Frascati Scherma per 15-7, negli ottavi ha la sfortuna di pescare il fortissimo Dario Cavaliere del Gruppo Sportivo Esercito, destinato a vincere la prova, che si impone per 15-6 e chiude dunque al 12° posto. Si ferma invece all’ultimo ostacolo prima del tabellone principale Marcello De Vivo della Scherma Trani. Nella spada femminile accede al tabellone delle 32 Miriana Morciano delle Lame Azzurre Brindisi: nona dopo la fase a gironi, nella diretta elimina Sara Billi (Schermistica Lughese) per 15-6 ed Alessandra Amateis (Marchesa Torino) per 15-12 ma nei sedicesimi viene stoppata sul 15-10 da Chiara Manni (Penta Modena) e si classifica al 19° posto. Si fermano alle soglie del tabellone la sua compagna di club Mariella Gigliola ed Alessandra Chiruzzi del Club Scherma Taranto; più indietro Dalila Rinaldi e Federica Vinci delle Lame Azzurre Brindisi, Luna Maggio del Giardino Milano e Luisa Di Ciaula del Club Scherma Lecce. Entra nel tabellone principale di sciabola femminile Gaia Carella (Champ Napoli) che supera 15-7 la ceca Jana Mazankova ma nei sedicesimi cede 15-9 a Maddalena Vestidello del Petrarca Padova e chiude al 21° posto; in gara anche Federica Maria Scisciolo (Virtus  Bologna) e Serena Pia D’Angelo del Circolo Schermistico Dauno. Nel fioretto si fermano ad un passo dal tabellone principale Gabriele Cangelosi (Club Scherma Roma), Francesco Pio Iandolo (Club Scherma Salerno), Francesco Fiore (Club Scherma Bari) ed Andrea Annicchiarico (Circolo della Scherma Brindisi). Più indietro Aristide Ferrante (Club Scherma Salerno), Matteo Patrone (Club Scherma Carloalberto Lotti) e Manuel Molfetta (Circolo della Scherma Brindisi). L’unica pugliese nel fioretto femminile infine era Alessia Melfi del Club Scherma Carloalberto Lotti. Il Presidente ed i Consiglieri raccomandano a tutti di curare  gli allenamenti ed ascoltare i loro valenti Maestri!

SCHERMA PUGLIA



Biografia Autore

Potrebbero interessarti