Header ad
160×600 empty

Il Foggia vola nella festa dello Zaccheria, sconfitto 3-0 il Lecce

Il Foggia vola nella festa dello Zaccheria, sconfitto 3-0 il Lecce


In uno “Zaccheria” vestito a festa, davanti a 17.000 spettatori, il Foggia supera il Lecce e allunga a +4 in classifica, portandosi anche in vantaggio nel computo degli scontri diretti nei confronti dei salentini.

PRIMO TEMPO – Prima occasione per il Foggia al 3’: punizione dal limite che Coletti spedisce fuori di poco. Il Lecce risponde subito con Pacilli che, servito da Caturano, si fa respingere la conclusione da Guarna; sugli sviluppi del successivo corner è proprio Caturano a calciare debole e centrale. Il Foggia controlla il gioco ma ha bisogno di un calcio di punizione per tornare a rendersi pericoloso: Martinelli al 26’ colpisce con potenza ma Perucchini è molto bravo a bloccare la sfera. Vantaggio rossonero al 29’ quando Mazzeo, servito in profondità, è più rapido della retroguardia leccese, salta anche Perucchini e deposita il pallone in rete. Passano appena 4 minuti e il Foggia raddoppia con un fenomenale destro da 30 metri di Coletti, fresco di rinnovo contrattuale. La risposta del Lecce è in un tiro di Costa Ferreira che viene bloccato agilmente da Guarna; sul capovolgimento di fronte Chiricò salta tre difensori salentini ma fallisce la conclusione a rete. I padroni di casa potrebbero chiudere il match proprio allo scadere della prima frazione quando Di Piazza supera in velocità capitan Cosenza ma, solo di fronte a Perucchini, manda il pallone fuori di pochissimo.

SECONDO TEMPO – Padalino prova a cambiare nella ripresa inserendo Lepore per Pacilli. Al 7’ ennesimo contropiede per il Foggia e questa volta i rossoneri non sbagliano: a realizzare è Francesco Deli che, solo davanti a Perucchini, mantiene la calma e batte l’estremo difensore ospite. C’è solo il Foggia in campo: i padroni di casa sfiorano il 4-0 con Mazzeo che colpisce la traversa su punizione al 20’. Al 37’ ci prova il neo-entrato Sarno ma la sua conclusione è smorzata dalla difesa salentina. L’ultimo sussulto del match arriva grazie a Doumbia al 42’, ma l’esterno giallorosso si limita a colpire l’esterno della rete. Nei minuti di recupero succede poco, il Foggia allunga a +4 sul Lecce. Il prossimo impegno dei rossoneri sarà in trasferta, a Catania, domenica 26 marzo.

FOGGIA – LECCE 3-0
MARCATORI – 29′ Mazzeo (F), 33′ Coletti (F), 52′ Deli (F)
FOGGIA (4-3-3) – Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin; Agazzi, Vacca, Deli (56′ Gerbo); Chiricò (77′ Agnelli), Mazzeo, Di Piazza (72′ Sarno).
A disp.: Tucci, Sanchez, Figliomeni, Agnelli, Sarno, Maza, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Gerbo, Pertosa, Faber.
All. Giovanni Stroppa
LECCE (4-3-3) – Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Agostinone; Costa Ferreira, Fiordilino (69′ Marconi), Tsonev (69′ Arrigoni); Pacilli (46′ Lepore), Caturano, Doumbia.
A disp.: Bleve, Chironi, Vitofrancesco, Mancosu, Arrigoni, Marconi, Lepore, Drudi, Monaco, Muci, Maimone, Mengoli.
All. Pasquale Padalino
ARBITRO – Giua di Olbia (Scatragli / Scarpa)
AMMONITI – Ciancio (L), Vacca (F), Lepore (L)
ESPULSI
ANGOLI – 4-4
RECUPERO – 1′ p.t. 3′ s.t.
NOTE



Biografia Autore

Ruggiero Alborea

Nato a Foggia nel 1983, laureato al Politecnico di Bari, segue il calcio sin da piccolo. Cresciuto con il mito del Foggia di Zeman e la passione per il giornalismo ereditata dal nonno Giovanni Spinelli, storico cronista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Ama raccontare le storie del calcio perché, in fondo, quelli non sono solo 22 uomini in mutande che corrono dietro ad un pallone. Collaboratore del “Giornale di Sicilia” e “Sestarete”, è nella squadra di Foggiasport24 dal 2013.

Potrebbero interessarti