Header ad
160×600 empty

I 12 mila dello Zaccheria in festa. Il Foggia rifila tre gol al Matera

I 12 mila dello Zaccheria in festa. Il Foggia rifila tre gol al Matera


Con i gol di Agazzi e Deli e l’autorete di Mattera i satanelli strapazzano Auteri. Vinto lo scontro diretto tra le inseguitrici del Lecce. Per i lucani a segno Iannini

FOGGIA Il Foggia cala il tris sul tavolo del campionato e fa suo lo scontro diretto con il Matera. Allo Zaccheria finisce 3-1 per i rossoneri, grazie alle reti di Agazzi, Deli e all’autorete di Mattera. Di Iannini il gol ospite. Un successo che permette agli uomini di Stroppa di distanziare i lucani e di rimanere nella scia della capolista Lecce, per la soddisfazione degli oltre 12.000 sostenitori presenti allo stadio.

Le scelte

Angelo è infortunato da alcuni mesi; Rubin non recupera dal problema muscolare che l’ha costretto ad uscire dopo 45’ domenica scorsa a Taranto e va in panchina. Out i terzini titolari Stroppa adatta il centrale Loiacono a sinistra e il centrocampista Gerbo a destra. Auteri prova subito ad approfittarne e schiera il 4-2-3-1 con i quattro d’attacco a pressare la difesa rossonera.

La cronaca

L’avvio è una distillato di agonismo, senza pause o tatticismi, ma anche senza grandi occasioni da rete, ad esclusione di un’invenzione di Strambelli al 15’: il fantasista serve un pallone velenoso per Casoli che non arriva alla deviazione vincente sul secondo palo. La risposta del Foggia è rapida ed efficace: Gerbo, Sarno e Mazzeo triangolano in area avversaria, palla all’accorrente Agazzi che di piatto sinistro segna il gol del vantaggio. Incassato il colpo, il Matera prova a proiettarsi nuovamente in avanti, arriva al tiro con Armellino, parato da Guarna, ma è il Foggia a segnare il raddoppio con un fantastico assolo di Deli che salta tre uomini palla al piede e segna per il boato dello Zaccheria. Ospiti storditi e tris servito: al 40’ Mattera devia maldestramente nella propria porta un cross basso di Di Piazza. A certificare il tilt lucano c’é il doppio giallo ad Armellino per un fallo su Sarno lanciato a rete a pochi istanti dalla fine del primo tempo. Nella ripresa il Foggia amministra anche se al 60’ presta il fianco al contropiede di Negro e Carretta ma quest’ultimo difetta nel tiro e la conclusione si alza sulla traversa. Poi al 76’ lascia spazio a Iannini di segnare con un tiro dal limite su assist di Casoli. I rossoneri sfiorano il quarto gol con Sarno e Mazzeo, ma liberano la gioia al fischio finale.

fonte: il corriere del mezzogiorno

Visita: Foggiasport24.com
CLICCA QUI
per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook
CLICCA QUI per scaricare gratis la nostra app Android



Biografia Autore

Potrebbero interessarti