12.8 C
Foggia
28 Novembre 2021
Foggia Calcio

Niente stadio per un anno la stangata al patron del Foggia

A Franco Sannella è stata inibita la partecipazione a eventi sportivi. La decisione dopo la partita del 16 aprile scorso. La società polemizza: «Invece delle scurse è arrivato il Daspo»

Per un anno il patron del Foggia Calcio, Franco Sannella, non potrà andare allo stadio poiché gli «è stato inibito l’accesso ai luoghi ove si svolgono le manifestazioni sportive». Lo comunica «con sgomento» lo stesso club, rilevando che «il provvedimento trae origine da un increscioso episodio accaduto a Cosenza, in occasione della gara disputatasi in data 16 aprile 2016». Secondo quanto ricostruiscono i vertici del Foggia Calcio, sarebbe stato vietato l’ingresso allo stadio calabrese a «un cospicuo numero di persone provenienti da Foggia» e pure accreditate dalla società Cosenza Calcio. «Il patron Sannella, si è – nientemeno – permesso di stigmatizzare i fatti, in considerazione della distanza, non proprio trascurabile, tra Foggia e Cosenza, che aveva indotto i molti “accreditati” ad una partenza alle luci dell’alba, per assistere alla gara, fra i quali dirigenti e familiari dei medesimi». «Sempre per dovere di cronaca – sottolinea una nota del club rossonero – riferiamo che taluni venivano “accompagnati” in questura ad attendere la fine della gara. E, si badi, non si trattava di facinorosi, come avremo modo di dimostrare. Ci aspettavamo delle scuse ed è arrivato un Daspo». La società si dichiara «rammaricata» e «ferita» e dichiara che «a tutela della reputazione e del buon nome di Franco Sannella, avverso un provvedimento che riteniamo fortemente ingiusto – nella forma e nella sostanza – adiremo tutti i rimedi possibili nelle competenti sedi e nel rispetto di quella legalità, che ha sempre caratterizzato l’operato della Foggia Calcio».

fonte: corriere del mezzogiorno

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, ecco il tuo “Social Club”

Domenico Carella

GIUDICE SPORTIVO. Calcio Foggia, una giornata ad un centrocampista

La Redazione

Foggia calcio, Grassadonia: “È la partita di non ritorno. Servirà sentirsi addosso la maglia e difenderla da tutti”

Gianpaolo Limardi