Lecce e Foggia Calcio: “dolcetto o scherzetto” alla Juve Stabia? Ma occhio al vento…

Lecce e Foggia Calcio: “dolcetto o scherzetto” alla Juve Stabia? Ma occhio al vento…

Sarà il vento il grande protagonista del derby tra le due ex capolista del girone, sorpassate ieri sera dalla Juve Stabia, nella notte di Halloween.

Dopo un duello a distanza lungo dieci giornate, Lecce e Foggia arrivano all’atteso scontro diretto. Non sarà una partita da dentro o fuori ma sicuramente è un derby dal forte appeal, giocato tra quelle che fino a poche ore fa erano le due capolista incontrastate del girone. Capolista fino a ieri sera, quando la Juve Stabia ha effettuato il momentaneo sorpasso in vetta grazie alla vittoria 2-0 sul Cosenza.

La matematica non è un opinione. Stasera, nella notte di Halloween (o della foggianissima “calza dei morti”) almeno una delle due contendenti non sarà al primo posto: chi vince balza in testa, chi perde scivola in quarta piazza, anche alle spalle del Matera. Un pareggio? Gioverebbe soprattutto alla Juve Stabia che rimarrebbe capolista solitaria con una lunghezza di vantaggio sulle rivali. Insomma, bisogna decidere se dare ai gialloblu un gustoso dolcetto o rendergli la pariglia del momentaneo sorpasso con uno scherzetto.

Ma è presto. Troppo presto. In questa fase del campionato è normale vivere sull’altalena. E non si può certo pretendere di fare il vuoto a ottobre. Come ha detto il capitano Gianni Pirazzini nel suo blog per Foggiasport24.com , essere in vetta è importante solo a maggio. E di uno che ha giocato più di 500 partite nel calcio professionistico c’è da fidarsi. Ma un peso specifico questo derby ce l’ha.

Un po’ per la classifica, perché uno scontro diretto potrebbe pesare in caso di arrivo a pari punti. Un po’ per il blasone di due delle squadre più importanti della Puglia e del Sud Italia, per tradizioni e seguito. Già, non si può non tenere conto del calore della gente che affollerà il Via del Mare con sciarpe e bandiere. Oltre 17.000 spettatori previsti. I foggiani saranno circa 700. Toccherà anche a loro, oltre ai protagonisti in campo, onorare il derby tra le regine di questa prima parte di campionato.

METEO – Sarà il forte vento a caratterizzare la partita di questa sera al Via del Mare. Il Grecale soffierà da Nord-Est fino a 40 Km/h disturbando il gioco. L’azione del vento abbasserà anche la temperatura percepita a 15°C. Previsto cielo sereno durante tutta la partita.

FOGGIA – Il tecnico Stroppa lascia a Foggia il solo Guarna che sconterà il terzo (ed ultimo) turno di squalifica. Al suo posto in porta ci sarà Sanchez. Torna a disposizione in centrale Empereur (espulso a Castellammare) che dovrebbe far coppia al centro della difesa con Martinelli. Potrebbe essere questa l’unica novità rispetto alla gara di domenica scorsa con il Monopoli.

FORMAZIONE

22
Sanchez
23
Rubin
13
Empereur
14
Martinelli
2
Angelo
25
Gerbo
5
Vacca
4
Agnelli
19
Mazzeo
18
Padovan
7
Chiricò

LECCE – Il tecnico Padalino deve rinunciare a Drudi (stiramento). Al suo posto ritorna Cosenza. Come sempre sarà una formazione a trazione anteriore con il tridente all star Pacilli-Caturano- Torromino, sostenuto dalle mezzeali Mancosu e Lepore.

FORMAZIONE

1
Bleve
23
Ciancio
14
Giosa
5
Cosenza
2
Vitofrancesco
4
Mancosu
6
Arrigoni
10
Lepore
7
Torromino
18
Caturano
11
Pacilli

DIRETTA – Scarica QUI GRATIS l’applicazione ufficiale di Foggiasport24 e riceverai in diretta sul tuo cellulare gli aggiornamenti su Lecce – Foggia.

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti