Buona la prima per la Cestistica San Severo: contro Taranto è 67-52

Buona la prima per la Cestistica San Severo: contro Taranto è 67-52

Al “PalaCastellana”, alla prima partita di stagione della Serie B, la Cestistica San Severo batte, nel derby pugliese, il Taranto 67-52. Per i Neri, dopo le difficoltà iniziali, nessuna preoccupazione. Da segnalare le grandi prestazioni di Cecchetti e Torresi, entrambi autori di 17 punti, e Ikangi uno in meno. Per Taranto buone le prestazioni di Chiacig e Sacchetti.

PRIMO QUARTO – Il ritmo iniziale, da entrambi i lati, è blando, a tratti anche confusionario. La sensazione è che le due squadre, almeno per questo primo quarto, vogliono studiarsi. La Cestistica chiude comunque in vantaggio la frazione 15-12.

SECONDO QUARTO – I Neri partono forte con un ispirato Ikangi. Taranto però si difende bene e attacca colpo su colpo soprattutto con Chiacig e Fioravanti. Coen infuriato, a meno di tre minuti dalla fine del quarto, chiama timeout. I suoi rispondo immediatamente con due triple e un canestro di Torresi, ma non basta. All’intervallo è 33-35 per i rossoblu.

TERZO QUARTO – Si riparte con due punti di Cecchetti che firma il pari. Per il +4 San Severo ci pensa Torresi con un canestro e fallo. Sull’altro fronte, Azzaro e Sacchetti pareggiano poco dopo con due triple. Nel timeout chiesto da Taranto, coach Piero Coen striglia i suoi ragazzi e i risultati si vedono. È assedio giallonero: il terzo quarto si chiude sul 53-41.

QUARTO QUARTO – L’ultima frazione di gioco si apre, sostanzialmente, come era finito il terzo quarto. È la Cestistica a fare la partita, con Taranto che non riesce a sbloccarsi nemmeno con i tiri dalla lunetta e un fallo tecnico. Per il resto nulla da segnalare. Alla sirena finale il punteggio definitivo è 67-52.

Biografia Autore

Ciro Mancino

Ciro Mancino, nato a San Severo nel 1994. Da tre anni mi sono appassionato al mondo della scrittura. Scrivo di tutto; dalle pagine del diario, storie, poesie (anche in dialetto sanseverese), articoli di giornale ecc ecc ecc. Vivere con la penna e un foglio per me, è vitale, come per un sub avere la bombola di ossigeno in acqua. Amo lo sport, in particolare il calcio ( con amore immenso per l'Inter) e seguo a livello locale anche il basket.