Header ad
160×600 empty

Pirazzini: “Non era facile partire con una vittoria, rimandiamo i giudizi”

Pirazzini: “Non era facile partire con una vittoria, rimandiamo i giudizi”


Ben ritrovati cari amici tifosi del Foggia Calcio,
oggi riparte il mio blog su Foggiasport24.com, che spero vi terrà compagnia nell’arco di questo campionato. Vi scrivo qualche giorno dopo l’esordio con vittoria contro la Fidelis Andria e vi dico subito la mia: la vittoria era fondamentale. Vi spiego perché. Le prime partite di un campionato sono sempre le più difficili, le sorprese sono all’ordine del giorno e anche le cosiddette “big” possono stentare.

Una condizione atletica migliore rispetto a una ancora da perfezionare, un po’ di disattenzione, sfortuna e la frittata è fatta. E a giocare contro il Foggia c’è stato anche un precampionato tormentato da episodi particolari, come il nubifragio di Rivisondoli e il terremoto di Norcia, caratterizzato dall’esonero del tecnico, sul quale credo che se la dirigenza e i Sannella abbiano deciso per l’addio a De Zerbi, avranno avuto validi motivi.

Come se non bastasse si è giocato di lunedì, ovvero dopo tutte le altre partite del girone. Dunque il Foggia già conosceva il risultato delle rivali per la promozione, ovvero Lecce e Catania, che avevano già vinto contro Monopoli e Juve Stabia. Insomma, i rossoneri non volevano sbagliare per non essere costretti a inseguire già dalla prima giornata. Una pressione in più.

Mi riesce difficile, invece, esprimermi sul gioco. Penso si sia vista qualche verticalizzazione in più, ma oggi non si può certo pretendere la luna nel pozzo. Stroppa lavora da quindici giorni e posso dire che per il poco tempo a disposizione si vede già un ottimo lavoro. Col tempo tutto migliorerà e i risultati possono dare un forte aiuto.

Adesso si va a Siracusa. In Sicilia ci sono sempre campi caldi e non sarà facile fare risultato. Il Foggia deve affrontare la trasferta con serenità per provare a portare via punti ma se le cose non dovessero andare per il verso giusto non bisogna fare drammi. Siamo solo all’inizio della stagione e Stroppa deve avere tempo per mettere in pratica la sua idea di calcio. E non lanciamoci in giudizi affrettati. Il primo vero bilancio potremo farlo solo dopo la sesta giornata, quando i valori cominceranno a delinearsi. Come dico sempre, noi siamo il Foggia Calcio e non dobbiamo avere paura di nessuno.

Il vostro capitano
Gianni Pirazzini



Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti