De Zerbi: “Oggi partita divertente, voglio che la mia squadra abbia sempre fame”

De Zerbi: “Oggi partita divertente, voglio che la mia squadra abbia sempre fame”

De Zerbi ha parlato con la stampa nel dopo-partita

LA PARTITA – “Le assenze? Non ne parlo, avevo Floriano, Arcidiacono, Gerbo e ho dovuto comunque fare delle scelte. Anche rinunciare a Quinto è stata dura, ma ho preferito schierare chi ha giocato dall’inizio del campionato. Avevo anche il dubbio se schierare Il Foggia la partita l’ha vinta nella rabbia e nella determinazione. E’ vero, Di Piazza si è presentato un paio di volte solo davanti al portiere, ma lui è uno dei migliori centravanti della Lega Pro dopo Iemmello. La partita di oggi è stata divertente e ha dati tanti spunti tattici; è una palestra per me e per le mie conoscenze. Cambiare sistema di gioco non è mai facile.”

IL CAMPIONATO – “Ci alleneremo domani mattina mentre martedì pomeriggio e mercoledì darò riposo al gruppo. Noi cercheremo di fare 9 punti e solo dopo vedremo quanti punti avrà fatto il Benevento. Se non riusciremo ad arrivare primi, giocheremo le partite dei playoff sperando di divertirci come stasera con questo grande pubblico. I giocatori devono stare tranquilli, io intanto già comincio a pensare al Cosenza. Ora non è tempo di fermarsi, l’ho detto ai miei giocatori ieri. Vorrei che i miei giocatori avessero sempre fame, quello deve essere il punto di partenza, insieme al gioco. Le partite che abbiamo fatto male (Andria, Messina, Lecce) le puoi anche perdere, il rammarico è legato alle partite che abbiamo fatto bene e non abbiamo vinto”.

LE POLEMICHE – “Il presidente Fares ha parlato alla De Zerbi su quel personaggio che ha parlato di noi in settimana. Dovrebbe essere sempre lucido, ha preso il punto a Foggia con un rigore per un fallo fuori area.”

I SINGOLI – “Micale ha dato punti al Foggia anche l’anno scorso, non doveva dimostrare nulla quest’anno. Purtroppo ha beccato un momento di appannamento di tutta la squadra, e come l’ha pagato lui lo ha pagato anche Arcidiacono per esempio. Micale ha la mia fiducia incondizionata. Riverola si esprime sempre bene, riesce a “vedere” dei passaggi che nemmeno in categorie superiori vedono, è sprecato in questa categoria. Non avevo dubbi sul fatto che la squadra avrebbe fatto bene anche senza Iemmello; lui è il nostro valore aggiunto, ma il vero Iemmello, quello dell’ultima fase del campionato, quello dei 2 gol a partita.”

GLI INFORTUNATI –“ Spererei di recuperare De Giosa, Agostinone e Lanzaro, visto che dietro siamo contati. Viola ha ancora problemi.”

Biografia Autore

Ruggiero Alborea

Nato a Foggia nel 1983, laureato al Politecnico di Bari, segue il calcio sin da piccolo. Cresciuto con il mito del Foggia di Zeman e la passione per il giornalismo ereditata dal nonno Giovanni Spinelli, storico cronista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Ama raccontare le storie del calcio perché, in fondo, quelli non sono solo 22 uomini in mutande che corrono dietro ad un pallone. Collaboratore del “Giornale di Sicilia” e “Sestarete”, è nella squadra di Foggiasport24 dal 2013.